Centovetrine forse è salvo: parla Piersilvio Berlusconi

Centovetrine forse è salvo: parla Piersilvio Berlusconi

Centovetrine potrebbe non sparire dal palinsesto di Canale 5, visto che Piersilvio Berlusconi, intervistato da La Stampa, ha più volte ribadito che sta facendo di tutto per impedirne la cancellazione

    centovetrine chiude piersilvio berlusconi

    Partirà domenica 22 gennaio su Canale 5 la versione serale di Centovetrine, la soap opera che ha conquistato milioni e milioni di famiglie, ma che, purtroppo, per via dei costi, rischia davvero di chiudere. Questo, almeno, è ciò che si era detto durante le ormai lontane festività natalizie, prima che Piersilvio Berlusconi si pronunciasse. Intervistato da La Stampa, il vicepresidente di Mediaset, infatti, si è detto pronto a fare di tutto per salvare un prodotto che piace agli italiani e, soprattutto, dà lavoro a ben trecento lavoratori, quelli di San Giuso Canavese, che si son trovati senza occupazione da un giorno all’altro. Ecco cosa ha dichiarato il figlio dell’ex Presidente del Consiglio al quotidiano, non senza regalare speranze ai telespettatori, agli attori e a tutti coloro che sono coinvolti, in un modo o nell’altro, dalla e nella soap.

    Un prodotto come Centovetrine – così ha esordito – in questo momento è un superlusso per una televisione commerciale; è vero che va bene ma ha costi altissimi per soli 20 minuti al giorno, insostenibili.

    I produttori – ha poi continuato – ci devono venire incontro. Per questo mi sto impegnando in prima persona per riuscire a proseguire.

    Non tutto è perduto, insomma. E sarebbe davvero un peccato se lo fosse, dato che questa soap, almeno a nostro avviso, funziona molto di più rispetto al conosciutissimo Beautiful. Non credete?

    281

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI