CBS ‘cancella’ Quean, il pilot di Ilene Chaiken che ricorda (troppo) Lisbeth Salander

CBS ‘cancella’ Quean, il pilot di Ilene Chaiken che ricorda (troppo) Lisbeth Salander

Minacciata di azioni legali dalla Sony, CBS ha deciso di non procedere oltre con la produzione di Quean, il legal drama di Ilene Chaiken; secondo Sony, il concept dello show ricorda troppo la saga Millennium

    Un’hacker donna solitaria che fa squadra con un detective della polizia di Oakland per risolvere crimini: se anche a voi il concept della nuova serie di Ilene Chaiken, già creatrice di The L Word, ricordava un po’ i romanzi di Stieg Larsson, non siete gli unici: anche Sony, produttrice del film Millennium – Uomini che odiano le donne (The Girl with the Dragon Tattoo) e presumibilmente anche dei due successivi (che ancora devono ricevere il via libera ma i cui diritti sono stati opzionati) ha visto delle somiglianze, e ha deciso di minacciare azioni legali contro CBS se la produzione dello show fosse andata avanti. Risultato? Addio Quean, titolo di lavorazione del nuovo procedurale della Chaiken.

    Minacciata di azioni legali dalla Sony, CBS ha deciso di non procedere oltre con la produzione di Quean, il legal drama di Ilene Chaiken, già creatrice di The L Word, che secondo la casa di produzione di Millennium – Uomini che odiano le donne (The Girl with the Dragon Tattoo), il film di David Fincher con protagonisti Rooney Mara e Daniel Craig, ricordava troppo la trama del film; di qui la decisione di sospendere il progetto, che CBS aveva ordinato nei giorni scorsi a Warner Bros TV.

    In effetti le somiglianze sono diverse – se dico hacker donna e solitaria, a 90 persone su 100 viene in mente Lisbeth Salander – che fa squadra con un detective della polizia di Oakland (nel libro era invece un giornalista) per risolvere crimini; il pilot avrebbe dovuto essere diretto da Jaume Collet-Serra e Warner Bros. TV aveva appena cominciato i casting quando ha ricevuto una lettera di diffida dalla Sony Pictures che minacciava di adire le vie legali.

    A questo punto la Chaiken aveva cominciato a riscrivere il pilot (l’hacker avrebbe avuto un fidanzato e sarebbe diventata da dipendente di uno studio legale gestito da una donna di colore) ma nonostante CBS avesse dato il via libera al progetto, Sony ha nuovamente minacciato azioni legali, perché non vuol vedere in giro una serie tv con protagonista un’hacker donna.

    Certo, se da un lato capiamo le ragioni di Sony (che secondo Deadline potrebbe voler dar vita, finiti i tre film, ad una sua serie tv con protagonista un’hacker), dall’altro c’è da dire che da secoli la tv americana non propone un progetto veramente originale, a partire da Perfetti… ma non troppo! che nel 2002 fu il primo adattamento non ufficiale di Betty La Fea (ABC ordinò poi Ugly Betty, adattamento ufficiale della soap colombiana con protagonista un’assistente bruttina, ma di talento); solo per quanto riguarda i pilot di quest’anno, CW ha The Selection e First Cut che sono la copia di The Hunger Games e Grey’s Anatomy, sempre CBS ha in canna Elementary (ispirato a Sherlock Holmes, di cui esistono svariati film e una serie tv), mentre Chicago Fire di NBC è la copia sputata di Rescue Me. Niente di nuovo, insomma, sotto il sole…

    524