Caterina Caselli a Televisionando: ”Vincere Sanremo 2016? E’ una gara, impossibile non pensarci” [INTERVISTA]

Caterina Caselli a Televisionando: ”Vincere Sanremo 2016? E’ una gara, impossibile non pensarci” [INTERVISTA]

La discografica porta a Sanremo 2016 il duo Giovanni Caccamo-Deborah Iurato e Michael Leonardi

da in Attualità, Festival di Sanremo 2016, Interviste
Ultimo aggiornamento:
    Caterina Caselli su Michael Leonardi: ''Ha un carisma da showman"

    Televisionando ha incontrato Caterina Caselli poco prima del debutto al Festival di Sanremo 2016 di Michael Leonardi, il concorrente della sezione Giovani in forze alla casa discografica Sugar, come anche Giovanni Caccamo e Deborah Iurato, in gara tra i Big. Leonardi, invece, è in gara tra le Nuove Proposte con Rinascerai e abbiamo chiesto alla Caselli di raccontarci la nascita del loro rapporto professionale e di fare un pronostico sui vincitori del Festival. Di seguito e in apertura le dichiarazioni di Caterina Caselli.

    Il rapporto professionale con Michael è nato su Skype. Come si fa ad avere il talento di scoprire talenti?
    E’ il mio lavoro, lo faccio da più di quarant’anni, voglio essere un gradino per qualcun altro, questa è sempre stata la mia missione. La nostra filosofia è cercare di aiutare un artista, essere aggregatore di una nuova creatività; a volte ci riusciamo a volte no, perché non è facile trovare sempre ciò che vorresti trovare, a volte ci provi, a volte non va bene, però dico sempre ‘Tutti sbagliamo, vince chi sbaglia meno’. La cosa importante è provarci e andare avanti. Io assolvo un bisogno che ho e dietro tutto questo c’è un’artista che cinquant’anni fa cantava su quel palco e che ha provato l’esaltazione di cantare davanti a un pubblico e, a un certo punto, ha deciso di non provare più quella adrenalina, quella forza, e sono riuscita a traslare questa esperienza in qualcosa. Quando lui canterà sul palco farò il playback.

    Michael ha un carisma che ricorda il classico showman americano.
    Quando l’abbiamo visto abbiamo notato, sì, la voce, ma anche la simpatia.

    Si è scatenato subito questo rapporto simpatico, è gioioso, c’è un sentimento vero: lui qui cerca di dare corpo a un sogno che coltiva sin da quando è nato. E’ importante ed è bello che il Festival abbia una forza così importante. Poco tempo fa, parlavo di Michael con dei signori inglesi, che mi dicevano di non avere una cosa così forte e per noi è di aiuto, visto che siamo una casa discografica indipendente, non abbiamo i vincitori dei talent show, tutti in capo a Sony o Universal. Noi siamo da soli, abbiamo cominciato con Elisa ventidue anni fa, cerchiamo di essere dei compagni di viaggio delle carriere degli artisti. Facciamo scommesse a lungo termine.

    Definisce la Sugar una casa discografica piccola, ma collezionate successi tutti gli anni. Con Michael Leonardi e il duo Caccamo-Iurato puntate alla vittoria di Sanremo 2016?
    Questa è una gara, come si fa a non pensarci? Per anni siamo sempre stati gratificati dalla critica. L’ultimo anno in cui abbiamo vinto tra i Big è stato con Elisa nel 2001, sono passati quindici anni, beh, se capita non è poi così male. L’anno scorso Caccamo ha vinto tra i Giovani, quest’anno c’è Michael e…facciamo del nostro meglio!

    499

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàFestival di Sanremo 2016Interviste Ultimo aggiornamento: Giovedì 11/02/2016 20:33
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI