Catello Miotto di Amici condannato per stupro a cinque anni e mezzo

Catello Miotto di Amici condannato per stupro a cinque anni e mezzo

L'ex ballerino di Amici Catello Miotto è stato condannato a cinque anni e mezzo per violenza sessuale nei confronti di una donna

    Catello Miotto è stato condannato in primo grado a cinque anni e mezzo di carcere. L’ex ballerino di Amici è stato accusato di violenza sessuale nei confronti di una donna di Viterbo di trentasette anni, moglie separata di un amico di Catello. I fatti contestati risalgono al 27 febbraio del 2010. Catello, che ai tempi lavorava a Viterbo, si era presentato nella casa di Bagnaia dell’ex marito della presunta vittima, che si trovava lì in compagnia della figlia.

    Miotto era giunto a casa dell’amico per sfogarsi con lui dopo aver passato una brutta giornata, ma in quel momento nell’abitazione c’era solo la donna. Secondo la ricostruzione, egli avrebbe obbligato la presunta vittima a subire un rapporto sessuale su un letto: i due sarebbero poi stati colti in flagrante dal proprietario della casa.

    La versione di Catello è che la donna fosse consenziente: egli ha presentato anche una perizia medica secondo la quale sul suo collo, dopo l’episodio incriminato, non erano stati riscontrati i segni di un morso (dovuto a un tentativo di difendersi da parte della donna), ma di un succhiotto.

    Secondo il ballerino la trentasettenne gli aveva fatto lasciare intendere che tra i due ci sarebbe potuto essere un rapporto sessuale: tale prospettiva è stata però contraddetta dalla donna.

    Ai tempi della denuncia, il comando dei Carabinieri di Viterbo aveva diffuso questa ricostruzione dei fatti: “Catello Miotto è andato ieri sera a casa di questa donna, che si trovava nell’abitazione dell’ex marito per accudire la bambina.

    L’ex marito, un amico di Miotto, era uscito con lui. Dopo una birra avevano deciso di andare insieme in discoteca. A Miotto però era stato interdetto l’ingresso perché ubriaco, si è fatto così riaccompagnare a casa dal ragazzo che poi è ritornato in discoteca dove aveva un appuntamento con altri amici“.

    E ancora: “Miotto abita al piano superiore dell’abitazione dov’è avvenuta la violenza. Ha bussato a casa della donna, chiedendo dell’ex marito, facendo finta di non sapere dove fosse. La donna l’ha visto agitato e nel tentativo di tranquillizzarlo l’ha fatto entrare. Con una scusa le si è avvicinato e poi l’ha violentata“.

    Ieri Miotto è tornato a Viterbo per difendersi dalle accuse, insieme con due parenti, dichiarando: “Sono innocente, non ho violentato nessuno, penso solo al ballo. Quest’agonia va avanti da quattro anni“. Nell’appello, si punterà sulla testimonianza dell’amico di Catello, che ha dichiarato di aver visto la donna sopra il ballerino, cosa ritenuta impossibile in caso di violenza.

    464

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Amici 2017Talent Show
     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE