Caso Ruby: Ballarò non fa parlare Berlusconi (video), a Matrix si va via

Caso Ruby: Ballarò non fa parlare Berlusconi (video), a Matrix si va via

Floris si dedica al caso Ruby e chiude il telefono in faccia a Berlusconi; a Matrix Beppe Severgnini, evidentemente indignato per il trattamento riservato al caso, lascia lo studio

da in Attualità, Ballarò, Matrix, Politica, Silvio Berlusconi
Ultimo aggiornamento:

    Anno nuovo, scandali vecchi per il premier Silvio Berlusconi: torna in auge il caso Ruby e imperversa, con alti ascolti, in tutti i programmi di approfondimento giornalistico: qualche giorno fa Berlusconi è intervenuto sul caso con un videomessaggio, lunedì è stato ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta e ieri sera ha fatto l’ennesima telefonata a Ballarò. Ma questa volta Floris non ha passato la telefonata in diretta: non ne può più di non avere contraddittorio e di sentirsi chiudere il telefono in faccia, ergo ribadisce l’invito in studio e va avanti. A Matrix, invece, il caso Ruby passa per Mara Carfagna: e Beppe Severgnini lascia lo studio.

    Ruby Rubacuori torna a far tremare la politica italiana: lo scandalo Bunga Bunga approda ufficialmente in tribunale, con le accuse formalizzate a carico del Premier da parte della Procura di Milano all’indomani della ‘bocciatura’ del legittimo impedimento da parte della Consulta costituzionale, e il caso Ruby torna al centro dei dibattiti politico-televisivi.

    Del resto Silvio Berlusconi ha puntato subito su un videomessaggio difensivo trasmesso urbi et orbi nei giorni scorsi e inevitabilmente la questione è diventata l’argomento prevalente di tutte le trasmissioni tv. Dopo Porta a Porta di lunedì sera, ieri è stata la volta di Ballarò: ma se gli argomenti sono (purtroppo) sempre gli stessi, è cambiato un po’ l’atteggiamento dei conduttori.

    Bruno Vespa ha dato un po’ di filo da torcere al Premier (sulla scia di quella ‘dichiarazione di stima e di guerra’ fatta a Cortina Incontra durante le feste), Floris ha deciso di cambiare registro e, per una volta, ha chiuso lui il telefono in faccia al premier: di fronte, infatti, all’ennesima telefonata in diretta di Berlusconi (l’ultima è datata novembre 2010), pronto ad accusare di parzialità la Rai e la trasmissione, il conduttore di Ballarò ha deciso di non passare la sua telefonata in studio. Che sia l’ennesimo segno della china discendente del premier?

    Intanto il caso Ruby viene affrontato anche a Matrix, ma da una prospettiva leggermente diversa: ospite della puntata, il Ministro delle Pari Opportunità Mara Carfagna, criticata per il suo balzo dai calendari osè a Palazzo Chigi. In collegamento con lo studio il giornalista del Corriere della Sera, Beppe Severgnini, che durante di un servizio filmato che ‘analizza’ (in maniera non proprio imparziale) il rapporto tra politica e magistratura si alza e va via. Nessuna polemica, nessuna spiegazione, solo una poltrona vuota, evidente segno di sdegno e indignazione. Per uno che fa dell’informazione obiettiva un caposaldo, per chi è cresciuto con il modello del giornalismo anglosassone, improntata alla necessaria funzione della stampa come ‘cane da guardia’, è comprensibile la decisione di mollare tutto e andar via: tanto non c’è davvero modo di confrontarsi onestamente nel nostro Paese.

    526

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàBallaròMatrixPoliticaSilvio Berlusconi