Caso Ruby all’Agcom per Annozero e le telefonate di Berlusconi

Caso Ruby all’Agcom per Annozero e le telefonate di Berlusconi

L'Agcom si riunisce per discutere sulle violazioni di Annozero al contratto di servizio Rai e sui videomessaggi e le telefonate di Berlusconi in tv

da in Agcom, Anno Zero, Informazione, La 7, Michele Santoro, Politica, Silvio Berlusconi
Ultimo aggiornamento:

    L’Autorità Garante delle Comunicazioni si occuperà oggi delle derive tv del caso Ruby, valutando le rimostranze avanzate dal Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, sulle ultime due puntate di Annozero, per le quali sono state ‘individuate’ violazioni del contratto di servizio con la Rai, come annunciato anche da Mauro Masi nella telefonata in diretta che ha aperto la scorsa puntata. Ma il Consiglio dell’Agcom dovrà occuparsi anche dei videomessaggi e delle telefonate in diretta del Premier. Ma tornando su Annozero (in onda stasera su RaiDue), vi proponiamo in alto un servizio del Tg La7 di Enrico Mentana con la ricostruzione di quanto successo dietro le quinte della scorsa puntata di Annozero: un video ‘rubato’ testimonia lo stop di Santoro alla partecipazione dell’on. Sisto, chiamato dal Pdl a sostituite all’ultimo minuto l’invitato Fabrizio Cicchitto.

    La settimana scorsa Annozero si è aperto con una telefonata di dissociazione del direttore Generale della Rai, Mauro Masi, contario ai modi in cui Santoro stava imbastendo l’ennesima puntata dedicata al Caso Ruby. Un’alzata di scudi apparantemente preventiva, ma che affondava le sue radici in quanto successo prima della diretta, e che avrebbe fatto infuriare il Premier Silvio Berlusconi. In pratica, come ricostruito da Mentana nel video in apertura, il Pdl avrebbe imposto l’onorevole Sisto al posto del rappresentante invitato dalla redazione, Fabrizio Cicchitto, scatendando l’ira di Santoro che avrebbe quindi deciso di lasciare fuori dallo studio Sisto e i 60 giovani simpatizzanti del Pdl che lo avevavo accompagnato.

    Anche su questo verterà la riunione del Consiglio dell’Agcom, chiamato a valutare l’esposto presentato dal ministro Paolo Romani, che ha chiesto all’Autorità di ”valutare la possibilità di attivare i poteri di verifica e istruttori” nonchè ”ogni ulteriore iniziativa di rispettiva competenza” per le affermazioni ”lesive della dignità e del decoro di alte cariche istituzionali” espresse nel corso delle ultime due puntate di Annozero. La stessa richiesta è stata avanzata dai commissari eletti dal centrodestra, Antonio Martusciello, Stefano Mannoni, Enzo Savarese e Roberto Napoli.

    All’ordine del giorno, però, anche i videomessaggi e delle telefonate di Berlusconi in trasmissioni televisive. In particolare, il senatore Pd Roberto Zaccaria ha inviato una segnalazione sul videomessaggio con cui il premier replicava alle accuse sul caso Ruby, trasmesso dai vari tg, mentre il deputato del gruppo misto Giuseppe Giulietti e il senatore Pd Vincenzo Vita hanno presentato un esposto sulla telefonata di Berlusconi a L’Infedele di Gad Lerner. E l’Agcom precisa che “ogni tipo di valutazione verrà svolta in totale autonomia”: excusatio non petita…

    Non manca anche un punto dedicato al televoto, non solo per le tante polemiche scatenate da quanto sta accadendo al Grande Fratello 11 (con tre televoti annullati e in attesa di rimborso) e soprattutto in vista di Sanremo 2011.

    541

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AgcomAnno ZeroInformazioneLa 7Michele SantoroPoliticaSilvio Berlusconi