Caso RaiSet: una parodia inedita di Sabina Guzzanti e l’opinione di Beppe Grillo

Caso RaiSet: una parodia inedita di Sabina Guzzanti e l’opinione di Beppe Grillo

Caso RaiSet: la parodia inedita di Sabina Guzzanti su Debora Bergamini e i video di Beppe Grillo

da in Anno Zero, Attualità, Bruno Vespa, In Evidenza, Informazione, Mediaset, Personaggi Tv, Rai, Video, Beppe Grillo, censura, Politica, Sabina Guzzanti
Ultimo aggiornamento:
    Caso RaiSet: una parodia inedita di Sabina Guzzanti e l’opinione di Beppe Grillo

    Annozero ha dedicato la puntata al caso Rai-Mediaset, o meglio sul conflitto di interessi e sul rapporto tra la Rai e la politica. Puntata ricca di spunti e di contributi interessanti. Tra questi una pardodia inedita di Debora Bergamini - ex collaboratrice del Cavaliere, diventata poi direttore marketing della Rai e ora sospesa – curata da Sabina Guzzanti e preparata per la seconda puntata di Raiot, mai andata in onda.

    Ospiti in studio il Ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni, lo scrittore Marcello Veneziani e Raffaella Carrà, che ha lasciato dopo poco il posto alla giornalista, ed ex presidente del CdA Rai, Lucia Annunziata. Dibattito teso, che vi consigliamo di rivedere su Rai.tv, e molti contributi filmati tratti dalle puntate di Raiot non andate in onda e dallo spettacolo di Beppe Grillo, di cui vi riproponiamo un estratto relativo alla situazione della libertà di stampa in Italia trasmesso da Michele Santoro.

    Una situazione imbarazzante, che non nasce con la presidenza di Berlusconi, e che ora ha in Debora Bergamini un po’ il suo caprio espiatorio. Ricordiamo che, dopo la pubblicazione da parte di Repubblica delle telefonate intercorse (e intercettate) tra i vertici Rai e Mediaset, è partita un’indagine interna di Viale Mazzini, che ha portato alla sospensione della dirigente, a capo della divisione marketing.

    Parte di queste intercettazioni sono state riproposte anche nella puntata di Annozero, in particolare quelle relative alle ore precedenti alla morte di Papa Giovanni Paolo II e alla diffusione dei dati delle elezioni regionali della primavera del 2005. Qui il video.

    In chiusura vi lasciamo alla sintesi di Marco Travaglio, che fa un po un excursus della condotta della Tv di Stato, sia sotto il governo Berlusconi che con il governo Prodi.

    Bruno Vespa ha poi risposto alle accuse lanciate da Travaglio durante Confronti, andato in onda ieri sera in seconda serara su RaiDue, Dopo aver seguito uno spezzone di Annozero – che non ha potuto seguire perchè impegnato per un’iniziativa benefica -, ha liquidato la questione ricordando che della legge Castelli si è ampiamente occupato. Inoltre ha ricordato di aver fatto una puntata su Previti all’epoca della sua prima condanna, ma di essere stato, in seguito, bersagliato di critiche per l’assenza di un contradditorio. “Certo, non poteva venire il pm in trasmissione a fare da controparte, per cui se ne parlo non va bene, se non ne parlo qualcuno dice che voglio nascondere la verità. Il fatto è che questo signore (riferendosi a Travaglio, n.d.r.), non ama il confronto, non ama il contraddittorio”.

    A voi il giudizio.

    855

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Anno ZeroAttualitàBruno VespaIn EvidenzaInformazioneMediasetPersonaggi TvRaiVideoBeppe GrillocensuraPoliticaSabina Guzzanti