Caso Mentana, Piersilvio: “Ho deciso io sul GF”

Caso Mentana, Piersilvio: “Ho deciso io sul GF”

A quasi due settimane dalle burrascose dimissioni di Enrico Mentana parla Piersilvio Berlusconi: "Ho deciso io di non concedere finestre informative durante il GF9 la sera della morte di Eluana Englaro: che senso aveva?"

    Enrico Mentana, Piersilvio Berlusconi

    Ho deciso io di non affidare a Mentana le finestre informative all’interno del Grande Fratello e l’ho fatto più per motivi editoriali che commerciali”: così parla Piersilvio Berlusconi a quasi due settimane dal ‘lunedì nero’ della morte di Eluana Englaro e dalle dimissioni di Enrico Mentana. Intanto Matrix riprende martedì 24 con Alessio Vinci.

    Il Caso Mentana continua a far discutere, perlomeno i diretti interessati. Dopo le interviste rilasciate da Enrico Mentana a Libero (sotto forma di lettera aperta) e a La Repubblica, dopo le sue lamentele dovute al fatto che Silvio Berlusconi non l’ha degnato nemmeno di una telefonata (mentre Veltroni l’ha prontamente chiamato) e dopo le incaute dichiarazioni della moglie di Mentana, Michela Rocco di Torrepadula (ex ‘Ragazza del Muretto’) che ha candidamente confessato di aver visto il GF mentre il marito decideva di dimettersi, ora parla Piersilvio Berlusconi e dà la sua versione dei fatti.

    Ho deciso di mandare in onda il GF e di non concedere finestre informative durante il reality per motivi principalmente editoriali: intanto la notizia era stata ampiamente data da tutti i tg e a fronte di novità cruciali eravamo pronti a dare spazio al Tg5. Ma farlo a prescindere da nuove notizie sarebbe stato un approccio troppo sensazionalistico. E comunque Matrix è un programma di approfondimento: che senso avrebbero avuto dei commenti nel bel mezzo del Grande Fratello? I commenti li abbiamo affidati a Emilio Fede con tutto il tempo necessario”.

    Berlusconi Jr. poi, difende il padre dalle accuse mossagli dal giornalista: “Che c’entra mio padre? Mi ha chiamato a cose fatte, stupito.

    Non sapeva nulla di Mentana come da anni non sa quasi nulla della vita quotidiana di Mediaset. Anche della scelta di Alessio Vinci non era al corrente“.

    E a proposto di Alessio Vinci, che debutterà al timone di Matrix martedì 24 febbraio, il vicepresidente Mediaset racconta: “E’ successo tutto in 48 ore. Mercoledì scorso abbiamo iniziato a pensare alla nuova conduzione. Siamo partiti da una rosa ampia, con nomi noti e professionisti capaci. Ma a un certo punto abbiamo capito che dovevamo uscire dal quadrato, innovare davvero, anche rischiando di più. Abbiamo consultato Alessio Vinci e mi è piaciuto subito: davvero preparato e con un piglio molto televisivo. È stato onorato dalla proposta come tutta la CNN, con buona pace di chi in Italia finge atteggiamenti snob verso la tv generalista”.

    Non resta che vedere Vinci alle prese con il ‘figlio’ di Mentana: il compito non è certo semplice.

    555