Carlo Conti vs Paolo Bonolis con I Migliori anni: ‘La sfida non c’è, devi sperare di piacere’

Carlo Conti vs Paolo Bonolis con I Migliori anni: ‘La sfida non c’è, devi sperare di piacere’

'La generalista soffre, devi sperare che il tuo sapore piaccia'

    Da venerdì 29 aprile 2016, Carlo Conti sfida Paolo Bonolis e Ciao Darwin con il ritorno de I Migliori Anni. Si tratta della settima edizione del ‘varietà della memoria’, come l’ha definito lo stesso Conti, e che manca dal piccolo schermo Rai da circa tre anni, con l’ultima puntata in onda nel 2013. Una delle novità di quest’anno sta nella concorrenza, visto che per le prime due settimane di messa in onda, I Migliori Anni dovrà vedersela con il penultimo e ultimo appuntamento di Ciao Darwin, presidiato su Canale 5 dal matador della risata Paolo Bonolis.

    La sfida degli ascolti però non sembra preoccupare Carlo Conti. Probabilmente le Prove Coraggio di Ciao Darwin daranno filo da torcere all’operazione-passato in chiave contemporanea fatta da Rai 1, ma il conduttore sullo scontro Auditel tra le due trasmissioni sembra avere le idee chiare:

    ‘…Non vivo nulla come una sfida’, ha detto, anche perché ‘ormai la sfida tra le reti non esiste più‘. La svolta nella creazione dei palinsesti, ha aggiunto, è che ‘chi fa tv deve cercare di fare un prodotto al meglio con un sapore preciso’, in quanto ‘l’importante è prendere una fetta di pubblico‘.

    Considerato sempre più maestro di televisione, soprattutto dopo il bis di successo per la conduzione-direzione artistica del Festival di Sanremo, sembra avere uno sguardo lungimirante rispetto ai cambiamenti del piccolo schermo…

    …quello che in un certo senso preoccupa il conduttore, infatti, non è la concorrenza del Biscione, ma piuttosto i tanti programmi messi in piedi sugli altri canali del digitale terrestre, come TV8 e Deejay TV (per capirci) che stanno ‘giocando’ a ‘rompere’ il vecchio monopolio Rai-Set.

    E se da un lato, ha fatto sapere Conti, sia Ciao Darwin che I Migliori anni ‘sono dei sapori fortissimi, com’erano forti i sapori offerti dal varietà con due primedonne come Laura Pausini e Paola Cortellesi’, ma anche Rischiatutto di Fazio, dall’altro ‘ormai la sfida non è tra le due reti, è con le altre’, perché ‘quando la somma della altre è troppo alta la generalista soffre, devi sperare che il tuo sapore piaccia’.

    Del resto Conti non ha tutti torti: se pensiamo alla sfida del venerdì sera, finora Canale 5 ha mantenuto la media di ascolti con Ciao Darwin, anzi l’ha rafforzata, mentre il Rischiatutto rifatto da Fabio Fazio è decollato anche in share.

    Vuol dire che non è la concorrenza a determinare il seguito di un programma, ma una precisa identità della trasmissione che fidelizza un determinato target di pubblico. Queste alcune delle dichiarazioni di Carlo Conti rilasciate a Repubblica del 28 aprile 2016.

    557

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI