Carlo Conti al Festival di Sanremo 2016: “Non ho nessun obiettivo professionale”

Carlo Conti al Festival di Sanremo 2016: “Non ho nessun obiettivo professionale”

Il conduttore, punta di diamante della Rai, si racconta in sala stampa

da in Carlo Conti, Festival di Sanremo 2016
Ultimo aggiornamento:
    Sanremo 2016, Carlo Conti in sala stampa: ''Non ho obiettivi professionali''

    Carlo Conti, alla sua seconda conduzione del Festival di Sanremo, si racconta ai giornalisti in sala stampa e rivela una parte di sé che pochi conoscono. Il conduttore parla della sua esperienza sul palco dell’Ariston facendo un passo indietro nel tempo e ricordando il 1985, anno in cui si lanciò nella carriera di giornalista senza pensare di poter diventare, dopo 30 anni, la punta di diamante della Rai. Conti, diventato da due anni simbolo di Sanremo, racconta tutto l’amore che nutre per questo lavoro: “La voglia di creare e improvvisare che c’era nell’85, c’è ancora”.

    In tanti sognerebbero di condurre il Festival di Sanremo, Carlo Conti, qualche anno fa, non ci avrebbe mai scommesso. Il conduttore che si presenta in sala stampa, pronto a rispondere ai giornalisti assetati di informazioni, mostra, prima di tutto, il lato umano senza dimenticare la professionalità che lo contraddistingue e che gli ha permesso di diventare uno dei fuori classe della tv di Stato: “Non ho mai sognato di fare il Festival di Sanremo, né Domenica In, né Miss Italia, né la prima serata, tutto è arrivato in maniera naturale”.

    Carlo Conti inizia a raccontare così i suoi più grandi successi rivelando che, ai tempi del debutto nel mondo del lavoro come giornalista armato solo di un microfono e di un ‘registratorino’, metteva in campo solo tanta energia e voglia di creare ed improvvisare che, però, nel tempo non si sono affievolite ma, visti i risultati, pare siano rimaste davvero le stesse di trent’anni addietro: “La voglia e l’energia che avevo nell’85, quella voglia di creare e improvvisare ci sono ancora”. Ed è proprio questo lo spirito che Carlo Conti ha voluto portare al Festival di Sanremo 2016. La sua carriera è stata costellata di grandi successi ma nessuno di questi è mai stato premeditato: “Ho lasciato che le cose arrivassero nel momento giusto, ho solo pensato a fare le cose nel modo migliore possibile consapevole dei miei limiti, dei pregi e dei difetti”.

    Qual è l’ingrediente che rende Carlo Conti sempre perfetto nelle sue performance? ‘Cuore, voglia e divertimento’ nel fare questo lavoro.

    Per il momento, il conduttore non si pone obiettivi professionali, ciò che lo interessa realmente è il ‘modo in cui fare le cose e non quali cose fare’ con la speranza che, nel tempo, riesca sempre a conservare ‘l’amore per questo mestiere e la voglia di chiacchierare e divertire il pubblico’.

    Chapeau!

    452

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Carlo ContiFestival di Sanremo 2016 Ultimo aggiornamento: Giovedì 11/02/2016 20:18
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI