Capodanno 2016 Rai-Mediaset, malore di Claudio Lippi, bestemmia e gaffe: il bello della diretta non esiste più

Capodanno 2016 Rai-Mediaset, malore di Claudio Lippi, bestemmia e gaffe: il bello della diretta non esiste più

I momenti off de 'L'Anno che verrà' su Rai 1 e il concerto di Gigi D'Alessio su Canale 5

da in Canale 5, Personaggi Tv, Programmi TV, Rai, Rai 1
Ultimo aggiornamento:

    Il bello della diretta? Forse dopo il Capodanno 2016 Rai-Mediaset non esiste più. Il malore di Claudio Lippi, la bestemmia pubblicata tra gli sms de ‘L’Anno che verrà‘ e gaffe di ogni genere sia su Rai 1 che su Canale 5 parrebbero confermarlo. Se il nuovo anno tv comincia così, vien da dire, tanto vale restare al 2015, anche se l’esame di realtà ci ricorda che è già troppo tardi. Televisionando ricostruisce una serata tv piena di décalage, colpi di scena e momenti da commentare.

    Capodanno 2016 Gigi D'Alessio

    Andiamo con ordine. E ripercorriamo il Capodanno Rai-Mediaset più discusso di sempre. Entrambi gli eventi tv, infatti, rischiano di far sparire dal piccolo schermo uno dei concetti chiave della televisione: il cosiddetto bello della diretta. Ironie a parte, è segno che gli ascolti tv – quando ci sono, perché in alcuni casi le aspettative probabilmente erano ben altre – non sono affatto sinonimo del buon vecchio indice di gradimento.

    Claudio Lippi malore, assente da Capodanno Rai 1

    Pe prima cosa, togliamoci subito il dente, così da togliere eventuali dolori per gli ascolti. I dati Auditel de ‘L’Anno che verrà‘ non sono negativi. A seguire lo show di fine anno di Rai 1 una media di 5.565.000 telespettatori (31.45%) durante la prima parte e 2.729.000 (29.36%) nella seconda. Secondo show tv di Capodanno più visto il 31 dicembre 2015, trasmesso in simulcast su Canale 5, Rete 4 e Mediaset Extra, è quello di Gigi D’Alessio. In questo caso l’ascolto medio registrato su Canale 5 è di 2.840.000 persone (17.49%), anche se il Biscione comunica in una nota il dato dei telespettatori totali, 3.800.000.

    Bestemmia Capodanno Rai 1 L'Anno che verrà

    Ora, però, ricostruiamo i fatti salienti del Capodanno Rai-Mediaset in televisione. Sono le 17.00 circa del 31 dicembre 2015 quando si legge dalle agenzie stampa la notizia del malore di Claudio Lippi, ricoverato in ospedale a Matera.

    Intorno alle ore 21.00, Amadeus annuncia in diretta tv che l’ex presentatore di ‘Buona Domenica’ non condurrà ‘L’Anno che verrà’ perché ‘ha preso freddo’. Più tardi, in seconda serata, le condizioni di salute di Lippi interessano anche a Gigi D’Alessio, che dal palco di Canale 5 gli fa gli auguri di una ‘presta guarigione’.

    Ancora, qualcos’altro va storto su Rai 1 e – da non credere – il 2016 arriva…in anticipo. A ‘L’Anno che verrà’ il conto alla rovescia parte prima nonostante tutti i buoni propositi che si hanno in quei momenti. Sì, avete capito bene: il cast di conduttori e ospiti di Rai 1 stappa lo spumante alle ore 23.59, un minuto prima che dalle parti di Gigi D’Alessio. Sul Web, sui vari social si grida praticamente allo scandalo e il cantante in diretta da Bari mette i puntini sulle i: il vero Capodanno, dice, si festeggia su Canale 5.

    Quindi, il malore di Lippi e il countdown sbagliato, ma non solo: su Rai 1 va anche in onda l’indicibile: una bestemmia inviata da un telespettatore tramite sms finisce in bella vista nel sottopancia della trasmissione ‘L’Anno che verrà‘. Una nota di Rai 1 diffusa nel pomeriggio del 1 gennaio 2016 comunica che la rete si scusa per l’accaduto e annuncia che il responsabile è stato sospeso dall’azienda, dopo quello che è stato definito un errore umano.

    Gianluca Grignani

    Certo è però che le gaffes non sono mancate neanche su Canale 5, nonostante sembra se ne stia parlando di meno. Al di là di D’Alessio che mangia mozzarelle tra una canzone e l’altra per dare riscontro agli sponsor del programma (ci sta, no?), anche in questo caso non sono mancati momenti-imbarazzo sul palco, ad esempio con Gianluca Grignani, a molti in Rete è apparso un po’ su di giri, o con il comico pugliese Gianni Ciardo, dopo un’infelice uscita sui ricchioni (così li ha definiti) presenti tra la folla, e un accenno di Gigi D’Alessio ad autori gay dietro le quinte.

    Infine, capitolo a parte andrebbe dedicato al concetto di concerto-spettacolo di Fine Anno che hanno in mente a Canale 5. Se da un lato si riconosce la professionalità di D’Alessio e i suoi ospiti nel tenere il ritmo per oltre tre ore di diretta, dall’altro non si sono viste troppe differenze rispetto alla scaletta dello scorso anno: quando si dice il gusto della replica?

    1031

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Canale 5Personaggi TvProgrammi TVRaiRai 1 Ultimo aggiornamento: Sabato 02/01/2016 15:57
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI