Canone Rai, nuovo aumento per il 2011

Nuovo aumento per il Canone Rai: per il 2011 costerà 110,50 euro, 1,50 euro in più rispetto all'anno scorso

da , il

    canone Rai 2011

    Il Canone Rai 2011 sale a 110,50 euro: altri 1,50 euro di aumento per la tassa sul possesso di un apparecchio radiotv che costituisce una delle entrate – più evase – della Tv di Stato. Il ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani ha firmato il decreto che sancisce l’aumento del canone Rai per il 2011 qualche giorno fa, proprio in prossimità del Santo Natale.

    Come già accaduto l’anno scorso, il Canone Rai aumenta di 1,50 euro: la misura è stata decisa dal Ministero dello Sviluppo Economico ed è destinata a scatenare nuove polemiche, visto l”odio’ profondo che gli italiani nutrono nei confronti di questo balzello, ‘erroneamente’ definito canone di abbonamento, ma che comunque finanzia parte della programmazione della Rai.

    Del resto il Canone Rai è da sempre una delle tasse più evase in Italia e da anni si pensa a soluzioni definitive per riscuotere il pagamento di quanto dovuto dai telespettatori, inserendo magari il balzello nelle bollette delle fornitura di energia elettrica. Tra chi combatte per l’abolizione del canone e chi ne contesta ogni anno l’aumento (a fronte di linee editoriali sempre meno rispettose del contratto di Servizio Pubblico), il fronte di quanti ritengono ingiusto il pagamento del canone si allarga sempre di più. Noi, però, ne approfittiamo, per rimandarvi a un nostro precedente post, dedicato alle nuove norme per l’esenzione del Canone Rai: magari vi erano sfuggite…