Canale 5 sacrifica Ultimo 4 e Il Clan dei Camorristi: i titoli clou della stagione rimandati a settembre

Canale 5 sacrifica Ultimo 4 e Il Clan dei Camorristi: i titoli clou della stagione rimandati a settembre

Slittano all'Autunno 2013 Ultimo 4 e Il Clan dei Camorristi: la contrazione degli investimenti pubblicitari spinge Mediaset ad attendere tempi migliori

    Ultimo4 occhio del falco

    Non c’è pace per i palinsesti Mediaset: Il Giornale annuncia lo slittamento delle due fiction di punta di Canale 5 per la stagione 2011-2012 all’Autunno 2013. Stiamo parlando di Ultimo 4 – L’Occhio del Falco e de Il Clan dei Camorristi, entrambi prodotti da Taodue e inizialmente previsti per l’Autunno 2011 quindi fatti slittare a gennaio 2012. Di loro, però, finora non c’è stata traccia nella programmazione del Biscione che ora pare abbia deciso di attendere tempi migliori per la loro messa in onda: il calo del mercato pubblicitario non rende conveniente una loro programmazione adesso. Meglio aspettare.

    Mediaset accusa la crisi e fa scendere la scure dei tagli: e così dopo il recupero in extremis di Centovetrine (incredibilmente collocato anche nel prime time a mo’ di tappabuchi) e il taglio della diretta per Forum arriva anche lo slittamento dei titoli clou della stagione fictional del Biscione.

    E dire che Ultimo 4 e Il Clan dei Camorristi risultavano i titoli ‘traino’ della politica commerciale di Publitalia ’80 per la nuova stagione tv (ci riferiamo a quella in corso), visto che entrambe le miniserie sono stati indicati come i programmi più ‘cari’ per gli inserzionisti pubblicitari. Ma evidentemente le cose non sono andate come sperato dai vertici del Biscione che hanno pensato bene di ‘tenerli al fresco’ in attesa di una maggiore propensione all’acquisto da parte degli investitori.

    Certo, non si fa altro che parlare del taglio degli introiti pubblicitari per le tv generaliste, ma viene il dubbio che la scarsa ‘collaborazione’ degli investitori sia dettata non solo da una generale contrazione del mercato ma anche da una gestione piuttosto ‘discutibile’ da parte del Biscione delle proprie risorse.

    Sul fronte fictional, Mediaset da tempo non riesce a bissare i successi del passato: la sua stagione ha avuto picchi solo con Il Tredicesimo Apostolo, mentre titoli chiave come Il Grande Fratello 12 mostrano la corda da tempo, pur occupando per mesi i palinsesti dell’ammiraglia. Perseverare su queste vie non contribuisce, probabilmente, a infondere fiducia negli investitori.

    Dal canto suo Piersilvio Berlusconi annuncia una manovra triennale per una migliore gestione dei costi, che passa anche attraverso la ridiscussione dei compensi delle star: nel frattempo Mediaset riserva a questo ultimo scorcio di primavera due titoli fictional meno ‘impegnativi, come Benvenuti a tavola. Nord Vs Sud, in arrivo a fine marzo con Fabrizio Bentivoglio e Giorgio Tirabassi chiamati a rinverdire per la tv i fasti cinematografici di Benvenuti al Sud e Benvenuti al Nord, mentre ad aprile sarà la volta de Le tre rose di Eva, con Anna Safroncik, Barbara De Rossi e Giorgia Wurth di cui sono già partiti i promo.

    498