Canale 5, il mea culpa di Massimo Donelli

Canale 5, il mea culpa di Massimo Donelli

Massimo Donelli fa mea culpa e si mostra fiducioso per il primo trimestre 2009, anche se nei palinsesti pubblicati qualche giorno fa non sembra ci sia gran traccia di sperimentazione

    Massimo Donelli e i flop Mediaset

    Massimo Donelli, direttore di Canale 5, è negli ultimi giorni alla ribalta delle cronache tv per le dichiarazioni del vicepresidente Mediaset, Piersilvio Berlusconi, non certo soddisfatto dei risultati del prime time autunnale della sua ammmiraglia. Scagionato da Antonio Ricci, Massimo Donelli ora dice la sua, ammettendo gli sbagli: “Piersilvio ha ragione, abbiamo sperimentato e commesso degli errori”. Sul banco delgi imputati i tre flop di Crimini bianchi, Il ballo delle debuttanti e Fantasia.

    Massimo Donelli esce quindi allo scoperto, ben intenzionato, e fiducioso, a non ripetere gli errori fatti in autunno. Proprio sulla scia delle esperienze raccolte tra settembre e ottobre sono stati costruiti i palinsesti Mediaset del primo trimestre 2009, di cui vi abbiamo dato notizia. La parola d’ordine è anticipare, e mettere subito in onda i programmi di punta: una tendenza che si fa sentire anche in questo ultimo scorcio di 2008, tanto da precorrere i tempi natalizi e portare fin da subito in palinsesto una fiction natalizia come Finalmente una favola, in onda il 25 novembre.


    Ma gli scarsi risultati dei test fatti non spegne la voglia di ‘sperimentare’, almeno stando alle dichiarazioni fatte da Donelli. Nei palinsesti pubblicati di sperimentazione se ne vede poca e quel poco appare ‘blindatissima’. Ci riferiamo, ad esempio, allo speciale Grande Fratello che costituirà la seconda parte di PomeriggioCinque da metà gennaio o al nuovo preserale di Gerry Scotti, in partenza già l’8 dicembre, che dovrebbe essere una versione light del Milionario, più veloce e con meno aiuti, per facilitare il turn over dei concorrenti e non inchiodare più lo spettatore per 10 minuti su una stessa domanda mentre Carlo Conti assegna Eredità.

    “La tv non si può ripetere” dice Donelli, ma il primo trimestre di Canale 5 è ancora un fiorire di Amici, Grandi Fratelli, Scherzi a Parte: tutti programmi rodatissimi e forse anche un po’ vecchiotti (eccezion fatta per Amici in cui però la rotazione dei protagonisti non elimina il rischio del dejà vu). Vedremo cosa succederà, per adesso è tempo di bilanci.

    505

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI