Calcio, la Rai acquista i diritti tv per due anni

Calcio, la Rai acquista i diritti tv per due anni

Calcio in tv, la Rai acquista i diritti tv in chiaro per i prossimi due anni

    Accordo tra Rai e Lega Calcio per i diritti tv in chiaro

    Dopo un pomeriggio altalenante, tra conferme e smentite, è arrivato finalmente l’annuncio ufficiale: la Rai ha acquistato i diritti in chiaro del Campionato di Calcio di Serie A per le prossime due stagioni. L’accordo è stato chiuso con la Lega Calcio poco più di un’ora fa e prevede 27,5 milioni di Euro per il primo anno e 28 milioni per il secondo. Salvi tutti i programmi sportivi della Rai, così come Controcampo su Rete4: l’accordo, infatti, non prevede l’esclusiva serale.

    Dopo tre anni torna in Rai il Campionato di Calcio italiano e con esso anche 90° Minuto nel pomeriggio della domenica oltre al consueto appuntamento de La Domenica Sportiva. Salvo anche Controcampo, che quest’anno esordirà su Rete4 alle 22.30 la domenica sera.
    L’accordo firmato prevede infatti la disponibilità per la Rai degli highlights di Serie A nel pomeriggio, in esclusiva, e in serata, ma senza esclusiva, degli highlights della Serie B e dei diritti radiofonici. Salvo quindi anche Tutto il Calcio Minuto per Minuto.

    Scongiurato, quindi, il black-out calcistico per i telespettatori delle tv generaliste in chiaro che sembrava ormai inevitabile non più tardi di questa mattina. La stringata nota con cui la Rai ha dato la notizia ha fatto tirare un respiro di sollievo a quanti stavano già cercando di immaginare una domenica senza calcio. I campionati 2008/2009 e 2009/2010 sono ora coperti, sebbene con cifre ben lontante da quelle richieste dalla Lega, che in prima istanza ha chiesto 70 milioni di Euro, rendendosi poi disponibile ad una trattativa che non scendesse al di sotto dei 40 milioni. Di fronte all’oscuramento la Lega ha evidentemente ceduto.

    “Un sacrificio necessario“, ha detto Antonio Matarrese, presidente della Lega Calcio, che dovrà adesso far fronte all”ira’ delle società di calcio che dovranno fare a meno di una buona quota di entrate economiche. “Ho chiesto loro un ulteriore sacrificio e alla fine mi hanno accontentato”, ha spiegato Matarrese che ha ringraziato tutti coloro, società in testa, che gli sono stati vicine nel tentativo di “ridare dignità e valore al calcio in chiaro per tutti”.
    Siamo sicuri che le polemiche su questo lungo (e inutile) braccio di ferro continueranno.

    506

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI