Calcio in Rai: salvi 90′ Minuto e Domenica Sportiva, addio (o rivoluzione) per Quelli che…

90′ Minuto e Domenica Sportiva resteranno appuntamenti fissi del pomeriggio calcistico sulla Rai anche l’anno prossimo e fino al 2015

da , il

    logo rai originale

    90′ Minuto e Domenica Sportiva resteranno appuntamenti fissi della domenica pomeriggio calcistica sulla Rai fino al 2015, pochi minuti fa l’assemblea della Lega Calcio di Serie A in fatto di diritti televisivi sugli ‘highlight’ in chiaro ha infatti accettato formalmente le offerte presentate da viale Mazzini – 14,5 milioni per tre stagioni – per la fascia dalle 18.15 in poi e per i diritti radiofonici. Niente da fare, invece, per ‘Quelli che…’, trasmissione che rischia di scomparire con questo format dopo quasi vent’anni di successo, confermando quindi in qualche modo le indiscrezioni uscite nei giorni scorsi.

    Dopo l’addio alla Champions League e mentre sono in forse le dirette della Formula 1 (che potrebbero andare su Sky) la Rai salva il calcio, pochi minuti fa l’assemblea della Lega Calcio di Serie A in fatto di diritti televisivi sugli ‘highlight’ in chiaro ha accettato formalmente i 14.5 milioni offerti dalla tv di Stato per i prossimi tre anni per la fascia dalle 18.15 in poi e per i diritti radiofonici. Ad annunciarlo è stato Maurizio Beretta, ed in soldoni – come spiega l’Ansa – significa che trasmissioni come 90′ Minuto e Domenica Sportiva saranno garantite dal servizio pubblico almeno per i prossimi tre anni, così come i commenti a caldo dagli spogliatoi.; Quelli che… rischia invece di scomparire, ‘per la fascia tra le 13.30 alle 18.15 proseguiremo con trattative private‘, ha spiegato il presidente della Lega Calcio, il che significa che la trasmissione con l’ex Iena Victoria Cabello verrà probabilmente chiusa – come da indiscrezioni poi smentite nei giorni scorsi – o rivoluzionata nel format (si chiamerà Quelli che non hanno più i diritti tv ma continuano a fare una trasmissione sul calcio?).

    Non pervenuta – almeno dai primi lanci Ansa – l’offerta di Sky, che avrebbe voluto trasmettere su Cielo, il canale free del digitale terrestre di Sky, per spingere i tifosi di calcio restii a fare un abbonamento Sky a comprarlo: in attesa di sapere se si getterà sulla Formula 1, la rete satellitare potrebbe comunque partecipare all’asta per i diritti della Coppa Italia: la Lega ha infatti approvato la pubblicazione degli inviti ad offrire per i diritti televisivi della Coppa Italia Tim Cup che, come ha spiegato Beretta, ‘quest’anno ha avuto uno straordinario successo di ascolti complessivi, con un audience di 80 milioni di telespettatori e totali e una media di 5,3 milioni di telespettatori a partita‘.