Buon Compleanno Raimondo!

Buon Compleanno Raimondo!

Compie ottantacinque anni Raimondo Vianello, uno dei capisaldi non solo della tv ma dello spettacolo italiano

    Raimondo Vianello è un uomo straordinario, e non solo per la sua longeva, nonchè straordinaria carriera di attore, presentatore, uomo di spettacolo, quanto soprattutto per la sua innata ironia che lo ha sempre contraddistinto, sia nel lavoro che nel rapporto amoroso con la sua Sandra.
    «Se mi guardo indietro non ho pentimenti. Dovessi ricominciare, farei esattamente tutto quello che ho fatto. Tutto. Mi risposerei anche. Con un’altra, naturalmente.»

    Oggi Raimondo compie 85 anni, ma il suo spirito è sempre quello di quel giovane ragazzo che, invece di seguire le orme paterne e diventare ammiraglio, divenne prima attore di rivista, poi la tv scoprì presto le qualità sceniche e comiche e dall’estate del 1954 Vianello divenne il mattatore misurato, civile e causticamente ironico del varietà Un, due, tre, accanto ad Ugo Tognazzi.
    Il duo comico fu indimenticabile protagonista di provocatori e succosi sketch, croce e delizia dei dirigenti della RAI, che finirono per punire la loro irriverenza. Infatti nel 1959 la trasgressiva parodia dello scivolone del presidente Gronchi, nell’ambito di una serata in onore del capo di Stato francese Charles De Gaulle, non superò la censura e il programma venne sospeso di lì a poco.
    Il sodalizio artistico e sentimentale con Sandra culminò in molte esperienze televisive, sempre in coppia: Studio uno (1965-66), Sai che ti dico? (1972), Tante scuse nel 1974(sigla), Noi… no (1977), Stasera niente di nuovo (1981), Attenti a quei due (1982) e Sandra e Raimondo Show (1987). Nel 1988 Raimondo diventa eccellente conduttore del programma Il gioco dei nove, nel 1991 conduce Pressing, settimanale sportivo di Italia 1, per le reti Mediaset. A settantasei anni, esordisce come presentatore del “Festival di Sanremo” nel 1998, dimostrando come sempre la sua grande ironia e la sua immancabile signorilità.
    Come dimenticare poi Casa Vianello, che tornera’ a settembre per la 15/a serie.

    Raimondo ha affrontato nella vita anche prove durissime: nel 1972 venne operato per un tumore al rene, che riuscì a superare grazie alla sua grande forza di volontà; da allora la coppia Vianello/Mondaini ha sempre sostenuto la ricerca contro il cancro, scegliendo di FARE TESTAMENTO a favore della Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.
    Rappresentante perfetto della eccezionale ed irripetibile generazione di attori e presentatori che uscirono direttamente dalle ceneri dell’avanspettacolo alla fine della 2° Guerra Mondiale, Raimondo Vianello è oggi una piacevolissima memoria storica del bel tempo che fu, di un garbo, una finezza e una cultura che oggi nessun presentatore/attore/cabarettista sembra più avere.
    Auguri Raimondo da tutti noi di Televisionando.it

    497