Bruno Santori svela la bufala sulla protesta degli orchestrali di Sanremo 2010

Bruno Santori svela la bufala sulla protesta degli orchestrali di Sanremo 2010

La protesta degli orchestranti durante Sanremo 2010? Una bufala clamorosa: a svelarlo, senza accorgersene, è stato Bruno Santori durante una intervista dei nostri colleghi di Music Room

    Bruno Santori, direttore stabile e artistico dell’orchestra sinfonica di Sanremo, è stato intervistato dai nostri colleghi di Music Room, che, tra una domanda e l’altra, hanno scoperto cosa c’era realmente dietro alla protesta dei musicisti nella sessantesima edizione, quella del 2010, scoppiata dopo l’eliminazione di Malika Ayane. Siete curiosi di sapere cosa spinse l’orchestra a contestare il verdetto? E, soprattutto, perché la reazione fu così forte? Tutto era stato già magistralmente architettato dai responsabili, a farlo intendere è stato proprio il direttore, che, nel corso dell’intervista, accortosi della bomba lanciata, ha cercato di correggere il tiro. Alla domanda della giornalista, intenzionata a far venir fuori la verità senza infastidirlo troppo, Santori ha infatti risposto che: ‘In quel momento c’è stata realmente una protesta, che ha però anticipato una gag. Certo che chi da casa ha visto lanciare le parti degli orchestrali ha percepito una scena forte, mai successa prima‘.

    Che però – insiste la giornalista – esisteva già prima della valutazione degli esclusi‘. Santori non si è dato per vinto: ‘Nella scaletta c’era, ma è diventata una forma di protesta, meno violenta di quanto percepito a casa. Ripeto, si è utilizzata una gag per una protesta‘. A dire la verità, ricordiamo benissimo quei momenti e non tutti i musicisti erano realmente nervosi e indispettiti dal risultato del televoto (ci fu persino qualcuno che accennò un sorriso, lasciando intendere che tutto fosse stato realmente organizzato nei minimi particolari).

    Quest’anno non dovrebbero esserci problemi del genere: assenti Pupo ed Emanuele Filiberto, accusati di aver pagato una infinità di call center, e Valerio Scanu, che vinse nonostante la precedente eliminazione, gli artisti in gara sono uno più bravo dell’altro. E non c’è pettegolezzo che tenga neanche sul duo Emma Marrone e Alessandra Amoroso: il talento delle ragazze è indiscutibile, così come il loro successo.

    A una eventuale vittoria della prima, quindi, l’orchesta non potrebbe far altro che applaudire.

    Per tutti i dettagli sui retroscena del 2010 e di Sanremo 2012 non perdete la succosissima intervista di Music Room!

    405