Bruckheimer – MTV, un patto per videogame

E’ sempre più MTV sul fronte videogiochi: il network ha infatti firmato un contratto esclusivo con Jerry Bruckheimer per produrre videogame, il primo contratto che un produttore di film o programmi tv ha firmato in questo senso

da , il

    bruckheimer

    E’ sempre più MTV sul fronte videogiochi: il network ha infatti firmato un contratto esclusivo con Jerry Bruckheimer per produrre videogame, il primo contratto che un produttore di film o programmi tv ha firmato in questo senso.

    L’accordo con Jerry Bruckheimer (creatore e produttore dei tre CSI, mai cimentatosi prima con i videogame) segue la mossa dello scorso mese, quando MTV ha rilasciato “Rock Band”, videogioco diretto concorrente di “Guitar Hero”. L’unica partnership simile a quella MTV – Bruckheimer è quella tra la Electronic Arts e Steven Spielberg, anche se il regista aiuta a creare tre giochi, ma non li produce. Comunque: il contratto tra le due parti prevede che Bruckheimer e MTV creeranno un compagnia che svilupperà videogame, anche se non basati sui prodotti di Bruckheimer, visto che i diritti per i videogiochi in quel caso sono posseduti dalla rete che li trasmette. Secondo il produttore “Ci stiamo muovendo da un po’ nel settore videogame, cercando di scovare gente talentuosa con cui collaborare”. MTV possiederà e “pubblicherà” i giochi sviluppati dallo studio, con il nome di Bruckheimer inserito nei credits, proprio come nei suoi film e show televisivi: i partner sperano che il nome Bruckheimer diventi un brand riconoscibile nel mondo dei video game, proprio come accaduto per i suoi film e le serie tv. e come accaduto per Tom Clancy, il cui nome appare in molti giochi militari e di spionaggio pubblicati da Ubisoft. “Jerry, ha spiegato Jeff Yapp, responsabile del settore videogame, è diventato un brand perché i prodotti di intrattenimento che sviluppa sanno catturare i gusti del pubblico. Vogliamo questa sua capacità anche nei videogame”. Al momento, comunque, né il produttore né MTV hanno ancora in mente nessun progetto da sviluppare, ma non ci sarà un genere preciso che contraddistinguerà la nuova ‘creatura’: “come le altre major, lavoreremo un po’ su tutti i fronti”, ha concluso Yapp.