Bret Harrison: “Salva Reaper, spedisci un paio di calze alla CW!”

In Italia “Reaper - In missione per il diavolo” è appena cominciato, ma, come abbiamo scritto, rischia la cancellazione, e cosa si fa quando una serie rischia? Si lancia una campagna di salvataggio!

da , il

    reaper

    In Italia “Reaper – In missione per il diavolo” è appena cominciato, ma, come abbiamo scritto, in America rischia la cancellazione, e cosa si fa quando una serie rischia? Si lancia una campagna di salvataggio!

    Dopo noccioline (Jericho), semi di girasole (The 4400), scarpe da bambino (Las Vegas) e chi più ne ha, più ne metta, tutte organizzate dai fan, tocca al protagonista della serie, Bret Harrison, organizzare una campagna: dal suo sito ufficiale, Krakoom.com, Harrison (o forse il suo ‘ghost writer, David Baldy) ha chiesto ai fan di Reaper di inondare la CW (rete che in America trasmette la serie) di calzini (in inglese calzino = sock, come il soprannome di uno dei personaggi). Il tutto è nato da un articolo del Los Angeles Times, che posiziona Reaper tra le serie a rischio: la campagna è aperta a tutti, e gli ideatori vi forniscono anche il link di una pagina di Amazon da cui prendere spunto: “Se non potete mandare un calzino, scrive Harrison/Baldy, potreste voler considerare l’idea di prendere carta e penna e di scrivere una lettera, o di ‘bombardare’ la CW di email”. Per chi fosse interessato, l’indirizzo della CW è il seguente:

    The CW

    ATTN: Executive in charge of Reaper

    411 North Hollywood Way

    Burbank, California 91505