Breaking Bad: ufficializzato lo spin-off su Saul Goodman, si chiamerà ‘Better Call Saul’

Breaking Bad: ufficializzato lo spin-off su Saul Goodman, si chiamerà ‘Better Call Saul’

Ordinato lo spin-off di Breaking Bad: sarà un prequel incentrato sull'avvocato Saul Goodman

    Lo spin-off di Breaking Bad si farà. Il canale via cavo AMC ha ordinato Better Call Saul, serie TV incentrata sul personaggio di Saul Goodman. Better Call Sual sarà sviluppata da Vince Gillighan, showrunner di Breaking Bad, e da Peter Gould, creatore del personaggio di Goodman.

    Dopo la cancellazione di The Killing, AMC aveva bisogno di rimpolpare la sua offerta di serie originali e ha pensato giustamente di sfruttare la scia di una tra le serie più popolari degli ultimi anni, ordinando Better Call Saul, spin-off di Breaking Bad. I fan di Walter White, quindi, possono stare tranquilli: l’universo narrativo di Breaking Bad non scomparirà dopo l’ultima puntata della serie, che andrà in onda il 29 settembre negli Stati Uniti.

    Better Call Saul sarà incentrato sulla figura del disonesto avvocato Saul Goodman, apparso per la prima volta nella terza stagione di Breaking Bad e interpretato da Bob Odenkirk. La serie sarà un prequel e tratterà dell’evoluzione del personaggio di Goodman prima dell’incontro con Walter White e Jesse Pinkman. Gli episodi dureranno un’ora, quindi Better Call Saul non sarà una vera e propria comedy, come si era ipotizzato qualche mese fa, ma avrà di certo molti più momenti leggeri rispetto alla serie madre. AMC crede davvero molto in questo progetto, tanto da aver commissionato agli sceneggiatori una stagione completa senza voler prima visionare un episodio pilota.

    Aggiornamento del 12 settembre 2013 a cura di Armando D’Avico

    Gli sceneggiatori di Breaking Bad lavorano ad uno spin-off incentrato su Saul Goodman

    Lo spin-off su Breaking Bad incentrato sul personaggio dell’avvocato Saul Goodman sta diventando sempre più realtà. “Stiamo lavorando senza sosta per far andare in porto questo progetto”, ha dichiarato lo showrunner della serie Vince Gilligan.

    Ve ne avevamo parlato già un anno fa: lo showrunner di Breaking Bad, Vince Gilligan, stava pensando di allungare la vita all’universo narrativo della sua serie, portando sul piccolo schermo le avventure dell’avvocato Saul Goodman, interpretato da Bob Odenkirk.

    Dopo un anno di notizie sussurrate e mai confermate, probabilmente fatte girare per tenere alta l’attenzione sugli otto episodi conclusivi della serie, che andranno in onda a partire dall’11 agosto, Vince Gilligan ha rilasciato un’intervista a The wrap confermando che, sì, sta lavorando senza sosta insieme allo sceneggiatore Peter Gould, creatore del personaggio di Saul, per creare una serie da proporre al canale AMC, lo stesso che manda in onda Breaking Bad.

    Nonostante la notizia arrivi dalla fonte più autorevole possibile per quanto riguarda Breaking Bad, il progetto rimane ancora in uno stato abbastanza nebuloso, o almeno è questo che gli autori ci vogliono far credere per non scoprire troppo le loro carte. Gilligan dice di non essere ancora sicuro del formato della serie, che dovrebbe avere comunque un solido impianto comico data la natura del personaggio: “Possiamo farne uno show tradizionale comico di mezz’ora, o possiamo farne uno show più in continuità con l’universo di Breaking Bad, quindi da un’ora.”. Gilligan resta evasivo anche quando gli chiedono se è più probabile che questo spin-off sia un sequel o un prequel: “Devo essere molto cauto a dire che potrebbe essere un sequel, perché non sappiamo, alla fine degli episodi conclusivi, che fine faranno tutti e chi sarà rimasto. Non posso dire con certezza che sarà un sequel, è probabile che lo sia, come che non lo sia.”. Se sarà un prequel, è molto probabile che rivedremo Giancarlo Esposito: l’attore ha detto che sarebbe felice di tornare a indossare i panni di Gus Fring e Gilligan ha risposto che coglierebbe qualsiasi occasione per lavorare nuovamente con lui.

    662