Breaking Bad, la quinta (e forse ultima) stagione sarà più corta o andrà in onda su un’altra rete?

Breaking Bad, la quinta (e forse ultima) stagione sarà più corta o andrà in onda su un’altra rete?

Problemi nelle trattative per il rinnovo di Breaking Bad, che i produttori per provocazione hanno offerto anche ad altri network

    breaking bad s4 poster2

    La quinta stagione di Breaking Bad in onda su un’altra rete che non sia AMC? La rete e Sony Pictures TV stanno avendo problemi nel rinnovo dello show di Vince Gilligan, per colpa dei soldi, visto che più le serie restano in onda, più diventano ampli i costi di produzione e i contratti. AMC vuole risparmiare, ma i produttori non ci stanno e stanno proponendo la serie anche ad altri network.

    Dopo le trattative estenuanti su Mad Men, anche l’altro show di punta della rete ha problemi di rinnovo: gli ascolti, dopo la premiere da record della quarta stagione, si sono stabilizzati sui soliti livelli, e se AMC vuole rinnovare Breaking Bad, al contempo vuole anche risparmiare.

    La rete ha proposto una quinta stagione più breve (sei/otto episodi invece dei soliti tredici) ma i produttori hanno rifiutato la proposta e anzi, Sony TV ha cominciato a proporre Breaking Bad ad altri network (tra i principali sospettati c’è FX, cui BB venne fatto visionare prima che fosse acquistato da AMC); una provocazione, visto che raramente i network accettano mosse di questo tipo (il network che oggi approfitta della situazione, potrebbe un domani esserne vittima).

    E se poco tempo fa Vince Gilligan avesse annunciato di non avere piani oltre la quinta stagione, Joel Stillerman non esclude nulla: “Non abbiamo ancora preso una decisione sulla quinta stagione, e poi decideremo con Vince e la Sony se lo show potrà continuare o meno dopo la quinta stagione”, ha detto il vicepresidente alla programmazione, aggiungendo che comunque che “AMC è entusiasta dei risultati senza precedenti” regalati sul fronte rating da Breaking Bad.

    342