Braccialetti rossi, il debutto della fiction su Rai Uno slitta al 26 gennaio [FOTO]

Braccialetti rossi, il debutto della fiction su Rai Uno slitta al 26 gennaio [FOTO]

Raiuno propone dal 19 gennaio una nuova fiction in sei puntate: Braccialetti rossi è la storia di sei ragazzini che lottano per sopravvivere

    Un palinsesto impazzito fa slittare di una settimana il debutto di Braccialetti Rossi: la fiction con protagonisti i bambini, sei episodi da cento minuti, non debutterà più domenica 19 ma dalla settimana successiva, il 26, perché la prima rete Rai ha deciso di non bissare Il matrimonio al mercoledì e quindi la fiction di Pupi Avati (qui i dettagli per la puntata di stasera) si chiuderà solo tra due settimane.

    Al posto di Un Matrimonio, mercoledì 15 gennaio, Rai Uno trasmetterà Felicità, ovvero il concerto/reunion di Al Bano e Romina svoltosi a Mosca lo scorso ottobre: il concerto evento era previsto inizialmente il 7 febbraio, ma Giancarlo Leone, direttore della rete ammiraglia Rai, ha annunciato via Twitter il cambiamento di palinsesto e gli altri ospiti del programma.

    Chiudiamo con l’ultima variazione prevista sulla Rai, se Un Matrimonio non bissa, lo fa invece Don Matteo 9: il prete investigatore di Terence Hill sarà in onda giovedì 16 e venerdì 17, scontrandosi – a meno di cambiamenti nel palinsesto Mediaset, che ha già spostato Il tredicesimo apostolo 2 – La rivelazione (al 20 gennaio) e I segreti di Borgo Larici (il 22 gennaio) – con Il peccato e la vergogna 2.

    Originariamente scritto da Simone Mora il 2 gennaio, aggiornato da Fulvia Leopardi il 12 gennaio 2014

    Braccialetti rossi, la fiction Rai con protagonisti i bambini: cast e anticipazioni

    Braccialetti rossi è la nuova fiction di Raiuno in programma dal 19 gennaio del 2014 per sei episodi da cento minuti. Co-prodotta da Raifiction e Palomar in collaborazione con Big Bang Media, la serie, scritta da Giacomo Campiotti (che ne è anche il regista) e Sandro Petraglia, racconta una storia di amicizia tra sei ragazzi, che loro malgrado si conoscono in un ospedale e che insieme imparano a ridere, piangere ed emozionarsi. Sei ragazzini dagli undici a diciassette anni si danno coraggio a vicenda, trovando la voglia di sopravvivere alla malattia che li ha colpiti.

    Il cast degli adulti è davvero ricco, e comprende Laura Chiatti, Ignazio Oliva, Niccolò Senni, Michela Cescon, Carlotta Natoli, Simonetta Solder, Giampaolo Morelli, Giorgio Colangeli, Federica De Cola, Andrea Tidona, Lele Vannoli, Vittorio Viviani e Carmelo Galati.

    I sei ragazzi protagonisti, invece, sono: il romano Lorenzo Guidi, di undici anni (che interpreta Rocco, l’Imprescindibile); il romano Mirko Trovato, di quattordici anni (che interpreta Davide, il Bello); il napoletano Pio Luigi Piscicelli, di quattordici anni (che interpreta Toni, il Furbo); la torinese Aurora Ruffino, di ventiquattro anni (che interpreta Cris, la Ragazza); il romano Brando Pacitto, di diciassette anni (che interpreta Vale, il Vice-Leader); e il cesenate Carmine Buschini, di diciassette anni (che interpreta Leo, il Leader).

    Braccialetti Rossi, realizzata con il sostegno di Apulia Film Commission, si basa sulla serie catalana Polseres Vermelles, trasmessa su TV3 Televisio de Catalunya, e creata da Albert Espinosa e Pau Freixas. I diritti della fiction originale, prodotta da Filmax Entertainment, sono stati acquistati addirittura da Steven Spielberg per un probabile rifacimento negli Stati Uniti.

    Braccialetti rossi può contare, tra l’altro, su una colonna sonora d’eccezione, con canzoni di Emis Killa, Vasco Rossi, Emma Marrone, Tiziano Ferro e Laura Pausini: un modo per attirare anche il pubblico giovane. Ai brani di questi cinque campioni discografici si aggiungono nove canzoni inedite scritte da Niccolò Agliardi, che ha realizzato i pezzi direttamente sul set.

    Fra poco più di due settimane, quindi, avremo l’opportunità di scoprire questa nuova fiction Rai, che si propone di mescolare emozioni e sentimenti con le “fresche venature del teen drama“, come rivela il comunicato stampa di presentazione, che parla anche di una serie che unisce “il grande romanzo di formazione” con la “commedia agrodolce del quotidiano“.

    784