Boardwalk Empire debutta il 19 settembre; ed HBO pensa a “All Signs of Death” con Alan Ball

Boardwalk Empire debutta il 19 settembre; ed HBO pensa a “All Signs of Death” con Alan Ball

Boardwalk Empire, foto dal set

Boardwalk Empire, attesissimo drama HBO che vede Martin Scorsese nello staff creative, debutterà il 19 settembre, domenica: la serie, sceneggiata da Terrence Winter, è basata sul libro di Nelson Johnson, che narra, dal 1920, le origini di Atlantic City, N.J. La storia, in particolare, sarà incentrata su Nucky Johnson (Steve Buscemi), che gestisce un giro di liquori agli albori del Probizionismo (introdotto nel 1919, ndr), e di Jimmy Darmody (Michael Pitt), un giovane, intelligente e senza pietà veterano della Prima Guerra Mondiale che diventerà uno dei tirapiedi di Nucky nella scalata al potere. Ma le novità per la rete via cavo non finiscono qui…

  • Boardwalk Empire
  • Boardwalk Empire, le foto dal set
  • Boardwalk Empire, le foto dal set
  • Boardwalk Empire, le foto dal set
  • Boardwalk Empire, le foto dal set
  • Boardwalk Empire, le foto dal set

Dopo i successi di True Blood, Alan Ball sta preparando un’altra serie per il canale via cavo HBO: si tratta in particolare del pilot “All Signs of Death“, dark-comedy-drama basato sul libro “The Mystic Arts of Erasing All Signs of Death” di Charlie Houston di cui Ball (che a quanto pare è fissato con la morte, vedi anche Six Feet Under) sarà produttore esecutivo e regista del pilot, scritto dall’autore del libro.

“The Mystic Arts of Erasing All Signs of Death” – ossia “La mistica arte di cancellare tutti i segni di morte” – vede protagonista Webster Fillmore Goodhue, un ventenne un po’ scansafatiche che (una volta stufatosi di farsi mantenere da mamma e papà) si unisce a Clean Team, azienda impiegata nel settore pulizie delle scene del crimine; le cose si complicheranno quando la figlia di un sucida con cui Web aveva flirtato gli chiederà un favore, aiutarla a sistemare un casino fatto da suo fratello…

Ball, che è venuto a conoscenza del libro grazie a Charlaine Harris (la scrittrice di The Southern Vampire Mysteries, serie di libri da cui è nato True Blood), ha spiegato che “la serie non è tanto sul crimine, quanto sulla storia ed il viaggio del personaggio principale e sul suo tornare a vivene pienamente la sua vita dopo cose drammatiche“. “All Signs of Death”, sempre secondo Ball, “sarà una serie incentrata sul Los Angeles (dove lo show sarà girato a partire da agosto, ndr, ma non la LA glamour, ma quella dei bassifondi“.

390

Segui Televisionando

Sab 10/07/2010 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici