Bin Laden morto trasforma i palinsesti

Bin Laden morto trasforma i palinsesti

La morte di Bin Laden trasforma - anche se non di molto - i palinsesti di Rai e Mediaset

    Bin laden doc raitre

    La morte di Osama Bin Laden provoca una serie di variazioni nei palinsesti di Rai e Mediaset. La più evidente è quella di Rete 4 che sostituisce al volo il film The Peacemaker con George Clooney con il film World Trade Center, ben più adatto a ‘celebrare’ la morte del leader di Al Qaeda, ritenuto il mandante e l’organizzatore dell’11 settembre. Cambia, inoltre, la seconda serata di RaiTre: alle 23.05 al posto dell’ultima puntata di Potere di Lucia Annunziata va in onda Correva l’anno – Bin Laden, lo sceicco del terrore. Dedicato a Bin Laden anche Studio Aperto Live, alle 00.40 su Italia 1.

    La notizia dell’uccisione di Osama Bin Laden ha invaso, come ovvio, i palinsesti delle principali emittenti italiane: nel pomeriggio ‘ne ha fatto le spese’ Se…a Casa di Paola, interrotto prima per lasciare spazio a un’edizione straordinaria del Tg1 che ha seguito le ultime news in arrivo dal Pakistan, dove si trovava il leader di Al Qaeda, e dagli Usa.

    La prima serata non cambia se non per Rete 4, che sostituisce il film previsto con World Trade Center (in onda alle 21.05) di Oliver Stone, con Nicolas Cage e Maggie Gyllenhaal. Cambia anche la seconda serata di RaiTre: alle 23.05 non andrà in onda l’ultima puntata di Potere (che verrà recuperata il 9 maggio), ma il documentario Bin Laden, lo sceicco del terrore di Tiziana Pellegrini, nel quale si ricostruisce la vita di Bin Laden, dalla nascita in Arabia Saudita alla jihad afgana alle misteriose, dalla guerra del golfo al terrorismo all’11 settembre 2001, chiuso dal commento di Paolo Mieli.


    Per l’attualità internazionale su Italia 1, invece, si dovrà aspettare la fine della prima puntata di Uman Take Control: intorno alle 00.40, infatti, la già prevista puntata di Studio Aperto Live sarà dedicata, inevitabilmente, alla notizia del giorno.

    360