Bimba piange a Ti lascio una canzone. Cenci tuona: ‘Togliete il mio nome dai titoli’

Bimba piange a Ti lascio una canzone. Cenci tuona: ‘Togliete il mio nome dai titoli’

Dopo la puntata di ieri di Ti lascio una canzone in cui una bimba è scoppiata in lacrime, Roberto Cenci chiede di rimuovere il suo nome dai titoli del programma

    Bimba piange a Ti lascio una canzone. Cenci tuona: 'Togliete il mio nome dai titoli'

    Che tra Ti lascio una canzone e Roberto Cenci non corra buon sangue è ormai storia vecchia. Ma quello che si è verificato ieri nella puntata del baby talent show di Antonella Clerici si è trasformato in un vero e proprio casus belli. Una piccola concorrente è scoppiata in lacrime a causa di un giudizio negativo di Pupo e Cenci ha deciso di dissociarsi completamente dalla trasmissione, chiedendo la rimozione del suo nome dai titoli.

    L’episodio, in effetti, è stato piuttosto spiacevole. Non è mai bello veder piangere un bambino, specialmente in tv e soprattutto quando sta prendendo parte a un evento che dovrebbe essere fonte di divertimento per lui. E’ evidente che quest’anno a Ti lascio una canzone hanno preso molto sul serio lo spirito competitivo del programma, introducendo il meccanismo delle sfide e del giudizio sui cantanti, non più sulla canzone. E anche i giudici non sono molto teneri con le loro valutazioni, dimenticando forse che non si trovano di fronte a professionisti con anni di carriera alle spalle. Così, succede che Pupo bocci senza troppi complimenti l’esecuzione di ‘La musica è finita’ della piccola Caterina Zampieri, la quale non regge alla critica e scoppia a piangere. Il giudice ha cercato poi maldestramente di sminuire l’accaduto:

    ‘I bambini sono fortunati, piangono e poi dimenticano, è una condizione psico-pedagogica. Tra mezz’ora lei si sarà scordata tutto.’

    Forse qualcuno dovrebbe dire a Pupo che questo vale al massimo per i primi due anni di vita. Poi si chiama trauma infantile.
    Oggi è intervenuto sulla faccenda Roberto Cenci, colui che ideò il programma e poi lo abbandonò, ‘clonandolo’ su Mediaset col nome di Io Canto. Ecco cosa si legge sul profilo Facebook dell’autore televisivo:

    ‘Ho scritto ora una mail al Dott.Leone della Rai dove chiedo ufficialmente di togliere il mio nome dai titoli di testa di ‘Ti lascio una canzone’.
    Avevo già scritto al dott.

    Leone dopo la prima puntata dicendo che non riconoscevo la mia idea in un programma dove si mettono i bambini/ragazzi alla gogna con motivazioni assurde e sbagliate solo per movimentare meccanismi di giuria che noi conosciamo bene. E anke se qualcuno ha scritto che lo hanno fatto per avvicinarsi a ‘Io Canto’, ricordo che nel suddetto programma nessuno ha mai dato un voto o espresso un giudizio negativo.
    Bene penso che ieri sera a Ti Lascio abbiano superato il limite facendo piangere una bambina in diretta e provando anche a motivarlo in modo assurdo come una cosa pedagogica. Forse non ne conoscono il significato.
    Detto ciò intanto io tolgo il mio nome e spero che qualcuno si accorga che di educativo non stanno facendo.’

    Al di là delle polemiche tra le due parti, che si trascinano ormai da anni, l’episodio deve senz’altro far riflettere. Sia Ti lascio una canzone che Io Canto hanno sempre contrastato l’accusa di sbattere dei bambini in tv per fare audience ricorrendo all’arma difensiva del ‘E’ un programma di festa, i bambini si divertono’. E il punto è questo, che va bene far esibire i piccoli in tv fin quando si tratta di un gioco. Ma se si aumenta il senso di competizione, si introducono delle sfide e si rifilano giudizi impietosi, è chiaro che non è più un gioco. E’ Amici con concorrenti molto più giovani.

    607