Bill Lawrence: “L’ottava stagione di Scrubs è l’ultima”

Bill Lawrence: “L’ottava stagione di Scrubs è l’ultima”

Bill Lawrence ha confermato nel corso di una conferenza nella sua vecchia alma mater che la serie medica da lui creata, Scrubs, chiuderà quest’anno con l’ottava stagione attualmente in onda

    John C. McGinley e Zach Braff

    Bill Lawrence ha confermato nel corso di una conferenza nella sua vecchia alma mater che la serie medica da lui creata, Scrubs, chiuderà quest’anno con l’ottava stagione attualmente in onda.

    Nei giorni scorsi era stato proprio Lawrence a dire che la sua idea originale “era di finire la serie quando l’avessi lasciata io”; lo sceneggiatore aveva però aggiunto di capire che il suo era “un pio desiderio e che c’è una crisi economica in corso: ci sono persone che lavorano, aveva detto Lawrence, e che magari non troverebbero lavoro altrove, e allora lo show potrebbe continuare, ovviamente a determinate condizioni”.

    Nei giorni scorsi, però, l’ufficializzazione di quanto paventato più volte: come dichiarato da Lawrence “il cast di Scrubs sapeva che quando sia io che Zach Braff avessimo deciso di ‘mollare’, sarebbe stata la fine la fine dello show”.

    Nel corso della chiacchierata con gli studenti, Lawrence ha anche mostrato un video con le sue scene preferite ed alcuni fuori onda; interessanti invece alcune rivelazioni, come quella che nella prima stagione l’Inserviente parlava solo con JD perché doveva essere un’allucinazione del protagonista.

    A proposito dell’Inserviente, come già anticipato in questa intervista, nella puntata finale scopriremo il nome dell’uomo, “quello che posso dirvi, ha spiegato Lawrence, è che è un nome ordinario e anche divertente; ai fan ‘folli’, posso invece dire che il nome dell’Inserviente è lo stesso del personaggio dell’inserviente apparso in ‘Clone High’”, serie animata per MTV creata sempre da Lawrence nel 2002.

    La sezione televisiva del portale Aol ha chiesto a John C. McGinley se sapesse della fine della serie: l’attore ha risposto di sì, “anche se Lawrence, furbescamente, ha introdotto dei nuovi interni in caso che avessimo continuato.

    Una nona stagione di Scrubs? Forse la ABC la vorrebbe se ci guardassero 10 milioni di persone, ma non è un’ipotesi realistica. Ci guardano gli stessi sei milioni di telespettatori che ci hanno guardato nei sette anni precedenti, ha concluso McGinley, e il solo motivo per cui siamo andati avanti è che abbiamo sfondato nella fascia di giovani uomini tra i 18 ed i 35 anni, un segmento che piace ai pubblicitari”.

    532