Bignardi e Bettarini smentiscono trattative con RaiDue

Daria Bignardi e Stefano Bettarini smentiscono la propria presenza nel palinsesto di RaiDue

da , il

    Daria Bignardi e Stefano Bettarini

    Daria Bignardi e Stefano Bettarini smentiscono i rumors che li vedono prossimi protagonisti del palinsesto di RaiDue. Nello specifico la Bignardi non solo ‘rinnega’ le voci di un contratto milionario, ma nega anche l’ipotesi di un passaggio a RaiDue. Stefano Bettarini, dato come inviato dagli stadi di calcio nella prossima edizione di Quelli che il Calcio, non è proprio tra i desiderata dell’ex moglie Simona Ventura.

    Estate, tempo di rumors: così Daria Bignardi liquida la ridda di voci che l’ha vista protagonista negli scorsi giorni per una trattativa milionaria con RaiDue, desiderosa di catturare la brillante transfuga de La7. In un’intervista a Donna Moderna, la Bignardi dice di “non sapere nulla” degli incontri tra il suo agente e il direttore di RaiDue, Antonio Marano, che la vorrebbe nel palinsesto della rete almeno da gennaio 2009, al termine del suo contratto con La7 che scade a fine 2008. “E’ normale che il mio agente riceva delle proposte, considerato il cambio di direzione a La7, anche se in azienda non sta accadendo niente di particolare” ha detto Daria Bignardi, che divenne popolare e nota al grande pubblico nel 2000, con la prima edizione del Grande Fratello.

    Smentita categoricamente anche la presenza su RaiDue di Stefano Bettarini, dato come possibile inviato per Quelli che il Calcio dell’ex moglie Simona Ventura. A dir la verità è proprio la Ventura a puntualizzare di non aver mai espresso il desiderio di avere l’ex marito nel cast della sua trasmissione, come invece dichiarato da Chi, il settimanale diretto da Alfonso Signorini, che ultimamente sta perdendo non pochi colpi in fatto di anticipazioni. Sostituito, con molta probabilità, da Paola Barale nel ruolo di inviato de La Talpa 3, per Bettarini il futuro tv sembra al momento fermo al palo. Del resto ha lasciato l’agenzia di Lucio Presta, marito di Paola Perego: una fase di stop sarebbe anche fisiologica e supponiamo anche, forse con un pizzico di cattiveria, che nessuno se ne accorgerebbe.