Beverly Hill 90210, venti anni fa il debutto del primo teen drama

Beverly Hill 90210, venti anni fa il debutto - italiano - del primo teen drama

da , il

    Si chiamavano (tra gli altri) Brandon, Dylan, Kelly e Brenda ed esattamente 20 anni fa – tra due giorni; in America arrivarono invece il 4 ottobre del 1990 – debuttavano anche in Italia, facendoci appassionare alle avventure di un gruppo di ragazzi americani le cui vite non erano certo le nostre, ma in cui in fondo un po’ tutti ci siamo riconosciuti. Parliamo – ma se avete tra i venti e i trent’anni lo sapete di sicuro – di Beverly Hills 90210, il primo teen drama (una serie per adolescenti non – solo/prettamente – comica) americano, che non solo ha accompagnato noi nati negli anni ’80 fino al 2000, ma ha dato poi vita ad emuli più o meno degni, tra cui Dawson’s Creek, The Oc, Gossip Girl e che oggi rivive sottoforma di un trashissimo spinoff, 90210.

    Il Corriere della Sera dedica una paginata della sua sezione spettacoli ad una serie – Beverly Hill 90210, creata da Aaron Spelling e Darren Star e andata in onda per 292 puntate – che, a modo suo, ha fatto la storia della televisione: non perché fosse particolarmente “originale” o con scenografie da urlo, ma perché ha coinvolto milioni di adolescenti facendo credere che i pargoli più o meno ricchi di poco presenti famiglie americane potessero essere come loro (come noi), raccontando storie di amore, amicizia, la prima volta, l’alcool, la droga e l’Aids con attori che – e in molti casi, con il tipico senno di poi, si vede – adolescenti non lo erano più da un pezzo. (Continua dopo ogni video)

    Beverly Hill 90210 (sigla 1°stagione)

    Tra le fan di Brandon e Dylan – ricorda Chiara Maffioletti del Corserasi scatenavano odi feroci e chissà quanti intervalli di vent’anni fa sono trascorsi nelle scuole di tutta Italia argomentando perché uno fosse indiscutibilmente meglio dell’altro. Stesso tifo che si scatenava se c’era da scegliere tra Brenda (…) e la biondissima snob (negli anni sempre meno) Kelly, detestata da tanti che però, in fondo, sognavano di avere un giorno un’amica chic come lei. Loro, insieme con il goffo David (…), l’ultracattolica Donna (a cui si deve il tormentone esistenziale: vergine fino al matrimonio, si o no?), Steve, ricco e non proprio intellettuale, e la noiosamente secchiona Andrea (non era credibile il suo fidanzamento con Brandon) popolavano il liceo a cui tutti quelli che lo vedevano in tv sarebbero voluti andare, il West Beverly High”.

    Beverly Hills 90210 Italia – 1° riassunto – Episodio pilota

    Sarà perché siamo in piena epoca nostalgia, ma oggi viene da sorridere, pensando che – sembra la preistoria, erano 20 anni fa – c’è stato un tempo in cui internet e cellulari non c’erano, le serie tv americane in onda in Italia erano molte meno di oggi, arrivavano con anni di ritardo e nessuno se ne accorgeva e il mondo degli adolescenti – più che appassionarsi ad isole misteriose e procedurali sempre uguali – seguiva le avventure di un gruppo di teenager dai nomi e dalle vite improbabili. A vedere il remake di oggi – 90210, oggettivamente trashissimo anche più dell’originale, ma senza la stessa capacità di coinvolgere – si capisce che la magia di quell’epoca s’è persa per sempre.