Berlusconi al Tg5 e al Tg1: ‘Mi dimetto dopo la manovra di stabilità’ (video)

Berlusconi al Tg5 e al Tg1: ‘Mi dimetto dopo la manovra di stabilità’ (video)

    Doppio collegamento con i principali Tg italiani per il Premier Silvio Berlusconi, reduce dall’incontro con il Presidente della Repubblica, raggiunto al Quirinale dopo il voto alla Camera per il Rendiconto generale dello Stato, approvato con ‘soli’ 308 voti sui 316 necessari per avere la maggioranza assoluta a Montecitorio. Berlusconi si collega prima con il Tg 5, quindi interviene, proprio sul finale dell’edizione delle 20.00, col Tg1. Berlusconi si dice ancor più preoccupato per il futuro del Paese dopo il voto espresso dalla Camera: la BCE chiede con insistenza che il Governo dia seguito alle ‘promesse’ contenute nella lettera presentata dal premier qualche giorno fa a Bruxelles e quindi la priorità è l’approvazione del maxi-emendamento sulla manovra di stabilità. Solo dopo rassegnerà le dimissioni.

    Dopo l’approvazione del maxi-emendamento sulla manovra stabilità, che arriverà domani alla Commissione Bilancio del Senato, Silvio Berlusconi rassegnerà le proprie dimissioni. E’ quanto ha dichiarato al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che ha confermato i contenuti dell’incontro di questo tardo pomeriggio con un comunicato stampa diffuso intorno alle 19.45. Poco dopo il premier ha ribadito la propria decisione in diretta prima al Tg 5 poi al Tg1, entrambe in onda con l’edizione delle 20.00.

    La prima preoccupazione del premier è quello di rassicurare i mercati finanziari sulla stabilità economica dell’Italia e sull’intezione di perseguire la via della riduzione del debito pubblico con le misure presentate qualche giorno fa alla BCE e che ora devono essere sottoposte al vaglio del Parlamento. Dopo si dimetterà, auspicando un immediato ritorno alle urne.


    In questo modo dovrebbe essere scongiurato il ricorso alla mozione di sfiducia da parte delle opposizioni, che subito dopo l’esito del voto alla Camera di questo pomeriggio sono tornati a chiedere le dimissioni del premier, ormai senza magggioranza. L’espressione cupa di Berlusconi al momento della proclamazione dell’esito del voto ha lasciato qualche traccia nel tono della voce, apparsa comunque convinta della bontà della scelta presa nell’interesse della nazione.

    Non possiamo però non notare la foto scelta dal Tg 5 per accompagnare il collegamento telefonico con il premier: l’immagine risale alla discesa in campo di Berlusconi, più o meno a 17 anni fa. In basso la telefonata di Berlusconi al Tg1.



    In chiusura vi proponiamo anche la puntata di Qui Radio Londra, che commenta l’incontro e l’accordo tra Berlusconi e Napolitano come il ‘matrimonio della ragione’. Possiamo dormire sonni tranquilli, chiosa Ferrara.

    465

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI