Berlusconi al Senato, il video del discorso

Il video del discorso programmatico di Silvio Berlusconi al Senato di lunedì 13 dicembre 2010, alla vigilia del voto di fiducia al Governo

da , il

    Mentre sono ancora in corso al Senato le dichiarazioni dei senatori, vi proponiamo il video del discorso programmatico tenuto questa mattina dal premier Silvio Berlusconi in vista del voto di fiducia che si terrà domani, 14 dicembre, alla Camera e al Senato. Oltre mezz’ora di discorso nel quale il premier ha nuovamente illustrato ai parlamentari le linee guida del proprio governo e ha richiamato alla responsabilità quanti lo avevano sostenuto tre mesi fa, in occasione di una precedente fiducia, ovvero i deputati del FLI.

    Silvio Berlusconi chiama a raccolta i ‘moderati’ e chiede un atto di responsabilità per l’Italia: entrare in crisi pra sarebbe una disgrazia per la nazione, ergo richiama i membri di Futuro e Libertà, il nuovo movimento creato da Gianfranco Fini (ieri ospite di Lucia Annunziata su RaiTre), alla conferma del voto di fiducia espresso lo scorso 29 settembre, poco meno di tre mesi fa.

    Soddisfatto del discorso al Senato, che ha aperto la due giorni di appuntamenti del premier tra Camera e Senato (qui il calendario degli appuntamenti tv), Umberto Bossi, al fianco del premier durante tutto il discorso e oggetto di rassicuranti carezze da parte di Berlusconi. A gelare, invece, le speranze di una ricimposizione della crisi e di un voto favorevole al Governo sia l’Udc che Futuro e Libertà. In basso la seconda parte del discorso di Berlusconi al Senato di questa mattina.

    La giornata, però, è ancora lunga: fino alle 14 in Senato si discuterà sulle risoluzioni di sostegno al governo che verranno presentate dalle forze politiche, con risposta del premier alle opposizioni sollevate; quindi alle 16.00 IdV, FLI, Udc e Api presenteranno alla Camera le proprie mozioni di sfiducia al Governo; alle 19.00 poi replica di Berlusconi alla Camera.

    La giornata di domani si apre alle 9.00 con le dichiarazioni di voto al Senato che poi procederà alla votazione, in cui esito dovrebbe conoscersi intorno alle 11.30; alla Camera, invece, si parte alle 10.30 con le dichiarazioni di voto e con la successiva votazione, che dovrebbe portare a un ‘verdetto’ intorno alle 13.00. Il resto sarà dominato dai commenti.