Beppe Grillo in prima serata su Rai 1? La proposta di Carlo Freccero

Beppe Grillo in prima serata su Rai 1? La proposta di Carlo Freccero

Il consigliere vuole trasmettere uno spettacolo del comico

    Beppe Grillo da Bruno Vespa

    Beppe Grillo torna in Rai in prima serata? La proposta è di Carlo Freccero, che vorrebbe trasmettere uno spettacolo del comico in prime time su Rai 1. Certo, gli ultimi strali del co-fondatore del M5S contro Viale Mazzini non aiuteranno l’atmosfera, considerato che Grillo ha definito la Rai una tv fascista, che censura le notizie scomode per il governo: via twitter, Grillo ha lanciato anche #iospengolarai, invitando i suoi follower a dire ‘basta alla censura di regime della nuova tv fascista!’.

    A parte un paio di ospitate a Sanremo sul finire degli anni ’80 e una comparsata a Porta a Porta nel maggio scorso (pochi mesi dopo aver attaccato il Festival), Beppe Grillo non mette piede in Rai dal 1986, anno della sua ‘cacciata’ da Viale Mazzini per la battuta ‘Se in Cina sono tutti socialisti a chi rubano?’, pronunciata durante Fantastico 7 a commento del viaggio in Cina dell’allora presidente del consiglio Bettino Craxi. Una scelta che secondo alcuni sarebbe colpa di un editto, secondo altri di una precisa scelta del comico, che ha snobbato la Rai nonostante inviti ripetuti.

    Le cose potrebbero cambiare a breve, e Beppe Grillo tornare in Rai: dopo l’ultimo attacco del co-fondatore del M5S su una tv pubblica che censura le notizie sgradite al governo, arriva la proposta di Carlo Freccero, che non commenta gli strali del comico contro la Rai fascista, ma si dice interessato ad avere Grillo in prima tv. Considerato che il comico si sta defilando dal Movimento 5 Stelle, il consigliere del cda Rai spiega che andrà a vedere lo spettacolo di Grillo a Roma, dopodiché proporrà ai vertici di viale Mazzini di riprendere il suo spettacolo e trasmetterlo in primissima serata, perché ‘Grillo è un valore sicurissimo’. Per Freccero, riprendere una delle tappe del tour del comico sarebbe un evento, e in generale una prova che la Rai è indipendente, e il consigliere è così sicuro del successo del comico da ipotizzare un ascolto superiore al 30%.

    Per la cronaca, gli altri consiglieri non sembrano entusiasti: per Arturo Diaconale, eletto in quota centrodestra, bisognerà vedere se Grillo si slegherà veramente dal M5S (perché altrimenti trasmettere il suo spettacolo sarebbe uno spot per il Movimento), mentre per Guelfo Guelfi, eletto in quota centrosinistra, meglio sarebbe una trovata d’ingegno e non la gara a chi la spara più grossa. Silenzio, per ora, dal comico.

    467

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI