Beautiful Gangsters, ABC vuole l’erede mafioso delle Casalinghe Disperate

Dopo le cameriere di Marc Cherry, arrivano le belle gangster alle prese con la vita nei sobborghi: ABC è vicina ad ordinare Beautiful Gangsters, con protagoniste tre mogli di mafiosi

da , il

    a

    Le Casalinghe Disperate chiuderanno l’anno prossimo, ma ABC è disperatamente in cerca delle ‘successore’, e dopo le cameriere di Marc Cherry, arrivano le belle gangster alle prese con la vita nei sobborghi: Beautiful Gangsters è infatti il titolo di uno show, che andrà in onda l’estate prossima, sceneggiato dalla new entry Ryan Tavlin, fresco di diploma e sponsorizzato da Bob Cooper e Anthony LaPaglia.

    ABC è vicinissima ad ordinare – ad oggi per l’estate prossima – Beautiful Gangsters, serie tv sceneggiata da Ryan Tavlin e prodotta dall’ex Senza Traccia Anthony LaPaglia, che descrive lo show come ‘una sceneggiatura stellare, tanto sofisticata quanto succosa‘. La trama della serie, attualmente in fase di primissima produzione, è abbastanza semplice, protagoniste tre donne di mafia, sposate, che dopo un patto con l’FBI per entrare nella Protezione Testimoni devono testimoniare nella speranza di dare alle loro famiglie una seconda chance.

    Dopo il processo, l’FBI le farà trasferire nei sobborghi di una città al confine col Canada, dove le tre dovranno fare i conti non solo con un ambiente diverso da quello al quale sono abituate, ma anche con il resistere alla tentazione di adottare scorciatoie poco legali nella gestione delle faccende quotidiane.

    Si tratta del secondo progetto con un cast tutto al femminile che sembra l’erede delle Casalinghe Disperate: nei giorni scorsi, lo ricordiamo, Marc Cherry ha proposto ad ABC Devious Maids, adattamento di una telenovela messicana trasmessa da Televisa, arrivata alla sua seconda stagione, con protagoniste cinque cameriere — Silvia, Maribel, Adela, Guillermina e Carmela — che lavorano in un tranquillo condominio residenziale, in cui la vita degli abitanti è sconvolta dalla decisione di costruire una piscina proprio nel bel mezzo di un razionamento d’acqua