BBC: Sherlock dà scandalo, Laura Pulver ‘nuda’ in fascia protetta

Il crime Sherlock dà scandalo, trasmettendo Laura Pulver 'nuda' in fascia protetta: 100 telespettatori (su 9 milioni) protestano, ma BBC rifiuta la censura

da , il

    laura pulver nuda per sherlock cover

    Va beh che si chiamava ‘A Scandal in Belgravia’, ma forse tutte queste polemiche BBC non se le aspettava: nel corso del primo episodio della seconda stagione di Sherlock andato in onda qualche giorno fa in Gran Bretagna, Lara Pulver/Irene Adler (grande amore di Sherlock Holmes) è infatti apparsa senza veli, causando la protesta di ben 102 telespettatori su 8.75 milioni complessivi che hanno scritto a Auntie Beeb per chiedere che, almeno nelle repliche, la scena sia tagliata.

    La serialità britannica è distanti anni luce da quella italiana, e quest’ennesimo episodio lo dimostra in pieno: non solo le serie british non hanno nulla da invidiare a quelle americane, ma si permettono anche cose che in Italia verrebbero non solo censurate, ma forse neanche addirittura concepite. È il caso di Sherlock, il drama BBC con protagonisti Benedict Cumberbatch (Holmes) e Martin Freeman (Watson) che il primo gennaio ha destato scandalo per aver mostrato, prima delle 9 (cioè in fascia protetta) un nudo di Lara Pulver, che nella serie interpreta Irene Adler, grande amore di Sherlock Holmes.

    Detto che non si è vista nessuna parte intima (la Pulver è stata mostrata di spalle o con le mani e le braccia a coprire le parti intime), il conservatore Daily Mail ha gridato allo scandalo per 100 lettere (su quasi 9 milioni di telespettatori) in cui i telespettatori chiedevano alla rete di censurare la scena osé almeno nelle repliche successive. (Continua dopo la foto)

    Una richiesta cui BBC ha rifiutato di aderire, spiegando che viste le festività, non è in grado di capire se le lettere siano arrivate prima o dopo l’articolo del Daily Mail, il quale peraltro – come dimostrano le foto che mettiamo a corredo di questo pezzo, tratte dal sito del quotidiano britannico – non ha mancato di riproporre nella versione online due foto di quelle scene tanto criticate. Segno che anche in Gran Bretagna, a volte, è facile predicare bene e razzolare male…