“Basso profilo” per le trattative tra attori e produttori

“Basso profilo” per le trattative tra attori e produttori

Sag e Amptp si incontreranno la prossima settimana, con un approccio "di basso profilo" per arrivare il prima possibile ad un contratto condiviso

    Sag Amptp, trattative

    Sag e Amptp si incontreranno la prossima settimana, con un approccio “di basso profilo” per arrivare il prima possibile ad un contratto condiviso.

    Dopo miriadi di messaggi pomposi arrivati nei mesi precedenti, il direttore esecutivo nazionale ad interim, David White, ed il capo dei negoziatori, John McGuire, hanno mandato una mail a tutti i membri nella giornata di giovedì per far sapere loro che le trattative tra sindacato degli attori e unione dei produttori riprenderanno martedì e mercoledì prossimo.

    L’annuncio ha causato le proteste di molti membri Membership First, che oltre a contestare il licenziamento di Allen e l’offerta finale dell’Amptp, hanno anche promesso continui picchetti presso la sede delle trattative (che poi sarebbe la sede dell’Amptp).

    Non che la cosa preoccupi White e McGuire, che sempre nella nota spiegano come “ci saranno serie discussioni, per raggiungere un contratto giusto ed equo per tutti. Abbiamo concordato con l’Amptp che nessuna delle trattative finirà sulla stampa, ed abbiamo annunciato la ripresa delle stesse congiuntamente, ma per il resto qualunque ‘snodo’ lo saprete direttamente in un meeting in cui ci confronteremo faccia a faccia“.

    A parte utili indicazioni per le trattative, il comunicato mostra anche come oramai Alan Rosenberg, nonostante sia il presidente del sindacato, giochi un ruolo marginale, un po’ anche per scelta, dato l’ordine restrittivo presentato (e respintogli due volte) e date le sue affermazioni sulle trattative non legalmente vincolanti.

    Al momento, gli attori sembrano comunque apprezzare gli sforzi di White e McGuire: “Ci fanno piacere le vostre domande, le indicazioni ed i commenti ed abbiamo ricevuto centinaia di mail che ci avete inviato, concludono i due. Avete certamente una vostra opinione sulle trattative e sul contratto, e vi incoraggiamo a condividerla, perché i suggerimenti sono preziosi e noi vi ascoltiamo“.

    421

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alliance of Motion Picture And Television ProducersAttualitàsciopero degli attori hollywoodScreen Actors Guild