Barbara D’Urso ospita Matteo Renzi a Domenica Live, Enrico Mentana: ‘Alza ascolti’

Barbara D’Urso ospita Matteo Renzi a Domenica Live, Enrico Mentana: ‘Alza ascolti’

Barbara D'Urso ospita Matteo Renzi a Domenica Live: Enrico Mentana al Fatto quotidiano dice la sua

    Ospite di Barbara D’Urso a Domenica Live, Matteo Renzi ha stimolato nel day after commentatori di un certo spessore come Aldo Grasso ed Enrico Mentana. In particolare quest’ultimo al Fatto Quotidiano si è spinto oltre riflettendo sul trattamento speciale che ogni conduttore riserva al premier garanzia di ascolti eccezionali come quelli totalizzati ieri dal contenitore di Canale 5: passaggio dal 14% di share al 19,17% con un incremento di circa 300 mila telespettatori. E questo non è tutto, Matteo Renzi lungi dall’essere espressione della sinistra radical-chic non solo si presta alla TV commerciale e popolare per eccellenza con selfie con Carmelita Smack annesso, ma avrebbe già superato in fatto di resa e risposta del pubblico chi quella televisione l’ha letteralmente inventata: Silvio Berlusconi.

    Padrone della telecamera e capace di soggiogare Barbara D’Urso con battute e dimostrazioni di confidenza amicale, Matteo Renzi ha approfittato di Domenica Live per fare alcune comunicazioni di servizio – la notizia del giorno è il bonus di 80 euro alle neomamme per tre anni – tenendo incollati davanti alla TV gli spettatori incuriositi evidentemente dalle sue mosse. Propenso alla battuta – si è autodefinito una pausa tra le pubblicità di Canale 5 – Renzi ha dato alla conduttrice anche quello che si richiede ad un ospite di un programma non prettamente giornalistico: un po’ di privato con la moglie Agnese e la visione ‘coatta’ della straordinaria parodia che di lui fa Maurizio Crozza. Per Mentana anche quest’ultima ospitata del premier non è un caso ma rientra in una vera e propria strategia: ‘È già andato in trasmissione da Paolo Del Debbio e da Nicola Porro, evidentemente la sua è una strategia per parlare al corpo profondo del Paese, alla pancia, di provvedimenti che potrebbero provocare malessere nei cittadini, quindi negli elettori.

    Ne ha bisogno‘.

    Piacione e seduttore, Renzi ha fatto un’intervista intera dando del tu alla conduttrice e determinando per il direttore del TG La7 una vera e propria svolta: ‘Renzi dà del “tu” a molti giornalisti, ma è la prima volta che vedo un premier intervistato pubblicamente con il “tu”, anche se il contesto è una trasmissione non giornalistica…Accorcia le distanze con lo spettatore-cittadino‘. E questo inevitabilmente suscita tanta invidia quanta ammirazione in molti a partire da chi fa TV e non può rinunciare all’effetto Renzi sulla curva Auditel: ‘La questione è reciproca: lui deve presentare i provvedimenti, le trasmissioni invece lo chiamano perché alza gli ascolti, fa la differenza…Infatti viene trattato con tutti gli onori, mai in maniera scomoda, da nessuno. E solo lui fa politica, vista l’auto- esclusione dei Cinque Stelle dai format‘.

    Portata a termine l’operazione simpatia con relative stroboscopiche previsioni dei sondaggisti politici, Matteo Renzi sembra avvicinarsi sempre più alla sua non proprio segreta ambizione: riciclarsi conduttore TV dopo l’uscita preferibilmente trionfale dall’agone politico.

    509

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE