Barbara D’Urso, da Pomeriggio 5 a B Magazine e… L’Isola dei Famosi 10? ‘Chissà!’

Barbara D’Urso, da Pomeriggio 5 a B Magazine e… L’Isola dei Famosi 10? ‘Chissà!’

Barbara D'urso, da Pomeriggio 5 a B Magazine: la nuova avventura della conduttrice di Canale 5

    Barbara D’Urso, conduttrice di Pomeriggio 5 e Domenica Live, diventa editore e si tuffa in una nuova avventura: B Magazine, la rivista che ha fatto il suo debutto all’inizio dell’estate. Appena la Barbara nazionale si è cimentata in questo nuovo percorso professionale, abbiamo voluto intervistarla per capire qualcosa in più di questo progetto, di come riesce a fare tutto e, dulcis in fundo, se è vero che la vedremo presto alla conduzione dell’Isola dei Famosi 10, da quest’anno in onda sulle reti Mediaset. Dopo il salto, ecco cosa ci ha risposto.

    O si ama o si odia. Barbara D’Urso unisce (davanti al televisore) e divide (nelle conversazioni tra amici), non ci sono vie di mezzo. I detrattori la accusano di essere poco autentica e di fare le celeberrime faccine. Noi le abbiamo chiesto questo e molto altro per capire cosa si cela dietro il personaggio D’Urso per conoscere Barbara ed ecco cosa ci ha raccontato.

    B Magazine   Barbara D'Urso

    Barbara D’Urso: conduttrice, attrice, cantante, scrittrice e adesso anche editore con B Magazine: cos’è e perché questa scelta?

    Ho deciso di fondare B Magazine perché volevo condividere il mio stile di vita. Ogni giorno le persone mi fermano, si avvicinano, mi chiedono ‘Come fai? Qual è il tuo segreto?’. Era il mio sogno da due anni: sentivo il bisogno di condividere il mio modo di vivere con loro.


    Di cosa si occupa B Magazine?

    Con B Magazine confido alle mie lettrici piccoli segreti sul mio modo di vivere, sul mio modo di nutrirmi, mi piace dare piccoli suggerimenti. Ad esempio, ho la passione per il riciclaggio: riutilizzo le cassette della frutta per farne dei mobili o le scatolette del tonno per farne un arredo giardino divertente; oppure spiego come fare in casa lo scrub per il viso o per il corpo; o, ancora, il baratto delle vacanze: come poter scambiare, cioè, le proprie vacanze con quelle di altre persone e andare, così, gratuitamente. Insomma, tutti suggerimenti comodi, pratici, utili e anche per risparmiare, visto il momento di crisi; un po’ di idee e di cose carine che fanno parte della mia vita e che voglio condividere con gli altri.


    Ha anche una particolare attenzione verso l’ambiente.

    Sì, cerco di farlo e di essere compatibile con l’ambiente che mi circonda.


    B Magazine non è l’unica novità, visto che ha debuttato come stilista con le T-shirt ‘Lei mi sta dicendo che…’: un altro sogno che si avvera o un modo per mettere a tacere l’ironia che il web molto spesso Le riserva?

    Poiché sono ormai totalmente affascinata da Internet e dai social, ho scelto di giocare anch’io con chi mi prende in giro. Io sono la prima che si prende in giro e dunque: Lei mi sta dicendo che… la D’Urso ha fatto anche le magliette??? E Lei mi sta dicendo che sono anche belle???

    Di certo, Lei è una grande professionista, una donna eclettica, ma anche molto criticata. Insomma, Barbara D’Urso o si ama o si odia.

    Meno male! Se non fosse così, avrei solo consensi molto tiepidi: le persone di carattere e passionali, in generale, sono amate o sono schifate e va bene così. Mi va bene dividere, altrimenti sarei di una noia mortale.

    Con il libro ‘Tanto poi esce il sole’ ha conquistato la classifica dei libri più venduti.

    Come mai ha sentito l’esigenza di scrivere?

    E’ accaduto abbastanza per caso: qualche anno fa, la Mondadori mi ha chiesto di scrivere un primo libro, Più forti di prima. Mi sentivo molto in difficoltà perché ho pensato: “Adesso mi metto pure a scrivere libri!”, però è andato molto bene e così anche il secondo, il terzo, il quarto e il quinto. Adesso sto scrivendo il sesto perché mi piace anche questo: condividere quel poco che so fare con le persone a cui do un motivo di serenità e di riflessione. Non è il mio mestiere, provo a farlo con umiltà: può piacere o non piacere.

    Il Suo personaggio è un marchio di fabbrica, è diventato lo zoccolo duro di Mediaset (insieme a Maria De Filippi): come la vive? L’essere amata o odiata è un compromesso che ha accettato, visto che lo share continua a premiare il Suo lavoro?

    Non c’è nessun compromesso, io sono molto felice di essere come sono nella vita, nei rapporti con le persone che incontro, indipendentemente dallo share o dalla televisione. O entro subito in empatia o sto subito antipatica e magari è anche una cosa reciproca. Non è un compromesso, è il mio modo di essere: io sono questa, le persone a cui piaccio, e piaccio molto, mi seguono; le persone che mi detestano hanno la libertà di scrivere, di attaccarmi, di inventare, come fanno alcuni. Ognuno è libero di vivere la propria frustrazione come vuole. Non mi arrabbio neanche, io sorrido.

    Escludendo Mediaset, quale altra rete La stuzzica? La sicurezza di Mamma Rai, la moderazione di La7 o la proiezione verso il futuro di Sky?

    Non posso dare un vero e proprio giudizio: non è presunzione, ma io la tv non la guardo perché non ho il tempo di guardarla e non so dare un giudizio. Per ora sto bene a Mediaset: ho fatto tantissima Rai, sono nata a Mediaset con Telemilano, ma sono cresciuta con la Rai. Poi, chissà, sono talmente tanto giovane che c’è ancora tanto tempo!

    Ha ottenuto grandi soddisfazioni: Grande Fratello, La Fattoria, Mattino – Pomeriggio e Domenica Cinque. Cosa Le manca?

    Per ora ho talmente tanto lavoro, ho le ore e i minuti pieni che non mi manca niente, o meglio, mi manca – ne parlavo proprio qualche giorno fa – la fiction: dopo La Dottoressa Giò e Ricomincio da me, che sono sati grandi successi, mi piacerebbe tornare anche alla fiction, ma ci vuole tempo per fare tutto. Lo sai, ho 25 anni e tutta la carriera davanti!

    A Settembre tornerà in video con Pomeriggio Cinque: Le dispiace essere relegata a questo spazio o ormai si è affezionata, grazie anche ai risultati ottenuti?

    Quest’anno i telespettatori mi hanno inorgoglito e premiato tantissimo. Io faccio le mie trasmissioni concentrandomi su queste perché non è semplice portare avanti così tante ore di diretta e cercherò di avere anche quest’anno tutto l’amore del pubblico.

    La rivedremo in prima serata, magari al timone dell’Isola dei Famosi 10?

    Prima o poi, vivendo là dentro, mi rivedrete anche la sera; adesso non so dirti quando perché la stagione con l’Isola inizia a gennaio, poi vedremo cosa succede. Io sono in azienda, a disposizione dell’azienda. Noi a Mediaset siamo molto moderni e quindi le cose avvengono così, da mane a sera.

    1170

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE