Barbara D’Urso: chi la dà per fare carriera è una deficiente

in una intervista rilasciata al settimanale diva e donna Barbara D'Urso ha dichiarato che non si è mai concessa nel corso della sua scalata al successo e che è deficiente chi invece lo fa

da , il

    Barbara D’Urso, sexy bikini

    Chi la dà (e non c’è bisogno di specificare cosa) per fare carriera è una deficiente. È il pensiero di molti ma ad esprimerlo sulle pagine di un noto settimanale è Barbara D’Urso che nell’intervista in questione dichiara fieramente di non essersi mai concessa per arrivare dove è arrivata (e cioè a condurre anche tre programmi in una settimana sulla rete ammiraglia di Mediaset). C’è poco da aggiungere, quando ha ragione bisogna dargliene atto. E a proposito di chi le attribuisce amanti potenti e di chi le dice che è l’erede di Mara Venier, ossia la signora della domenica, replica…

    Non mi sono mai concessa per fare carriera e ritengo che chi la dia per fare carriera sia una deficiente – ha dichiarato categoricamente Barbara D’Urso nell’intervista rilasciata sul nuovo numero di Diva e Donna in edicola questa settimana –. Ogni mattina mi sveglio, mi guardo allo specchio e so qual è stato il mio passato” ha aggiunto.

    Una risposta secca e convinta a quanti continuano ad attribuirle tra i suoi amanti diversi uomini potenti che potrebbero averla aiutata nella scalata al successo, forse perché, spiega ancora la conduttrice napoletana, “non ci si arrende al fatto che dopo 33 anni sono ancora qui a condurre trasmissioni”.

    Trasmissioni come PomeriggioCinque e DomenicaCinque che, con uno sguardo al gossip, ai reality e al trash (e numerose sono le critiche ricevute a tal proposito) sono ormai una garanzia di ascolti per Mediaset. E il suo contenitore domenicale va così bene che qualcuno è arrivato a considerarla l’erede della signora della domenica targata Rai: “Io erede di Mara? La trovo una cosa carina – commenta senza troppo entusiasmo la D’Urso – conosco molto bene Mara Venier e la ammiro tanto”.

    Sulle pagine del settimanale la vispa Barbara ha poi confessato di ricevere molte lettere da lesbiche, senza però una proposta esplicita (“mi sarei sentita in imbarazzo” ha ammesso), forse anche perché nei suoi programmi si occupa spesso di transessuali, che se ad alcune donne possono risultare inquietanti per la D’Urso “sono ben altre le cose” di cui aver paura. Giusto anche questo!