Barbara D’Urso a Le Invasioni Barbariche: l’ora D-aria, le porno-domeniche e i venerdì a La7

Barbara D’Urso a Le Invasioni Barbariche: l’ora D-aria, le porno-domeniche e i venerdì a La7

Le Invasioni Barbariche, 31 gennaio 2014, Barbara D'Urso: l'ora D-aria, le porno-domeniche e i venerdì a La7

    Crogiolarlo lentamente. Nel suo stesso brodo rovente. A Le invasioni barbariche, su La7, è una delle poche regole certe: l’ospite va ‘cotto’ a puntino, tra sassolini nelle scarpe e leggerezze-verità. Ieri, nella puntata di venerdì 31 gennaio, l’ora D-aria è toccata, per la seconda volta in un anno, a Barbara D’Urso, dalla chiacchiera veloce con l’avvocato del diavolo, Daria Bignardi.

    L’ospite? Va crogiolato con le sue stesse mani e tanta carne al fuoco. Se hai Barbara D’Urso, dall’altro lato della scrivania, è tutto più semplice: La vita in diretta che ruba l’ospite a Pomeriggio Cinque, o quello che invece avrebbe rubato Barbara D’Urso a Lorella Landi su Rai1 (vi ricordate il caso di Raffaella Fico). Su tutte, però, le accuse del Moige e cioè le «porno-domeniche» di Domenica Live, la minaccia di Piersilvio Berlusconi di chiudere il programma e tante piccole scaramucce da backstage, diciamo così. L’ultima? La mancata presenza di Barbara D’Urso là dove Maria De Filippi ha presenziato: in sede da Papa Francesco, coi vertici Mediaset.

    Le domande che Daria Bignardi ha rivolto alla conduttrice del daytime di Canale5 non sono state poche, anzi. Hanno scoperchiato vasi di pandora, denti rotti a metà e musi ancora troppo lunghi, per tutte le vicende.

    A cominciare dalle «porno-domeniche» e le accuse del Moige dopo che nella puntata del 19 gennaio scorso di Domenica Live sono stati mandati in onda servizi sul sesso di dubbio gusto. Barbara D’Urso da un lato chiede scusa, dall’altro rincara la dose, accusando anche le altre reti, ‘rea’ di sentirsi – a quanto pare – una sorta di capro espiatorio per la televisione italiana:

    «Piersilvio (Berlusconi ndr) non ha mai contestato la mia conduzione. C’è un rapporto di stima tra noi. Per quanto riguarda il Moige – spiega Barbara D’Urso – hanno fatto quest’accusa, anche se i miei filmati non erano davvero porno: abbiamo trasmesso un filmato de Le Iene completamente edulcorato. Un altro su Parolisi altrettanto edulcorato. Ho chiesto scusa al Moige ma non c’era porno. Hanno un pochino esagerato; ho chiesto scusa perché rispetto il Moige».

    Prova ad edulcorare anche Barbara D’Urso ma la frecciatina, alle altre emittenti della generalista, è presto rivolta a chi vuol capire, in altri casi è più palese, di fronte a contenitori di infotainement molto simili nei palinsesti della generalista o di chi – dice – pur criticandoli ha mandato in onda gli stessi servizi mostrati a Domenica Live:

    «Ho scoperto che il Moige ha tantissime famiglie che sono tutti miei fans scatenati: guardano solo me! Sulle altre reti vedo servizi come ‘Che cosa fa il gigolò’ e cose del genere. Mi chiedo cosa facciano quelli del Moige il sabato. A proposito, c’è un programma che si chiama TvTalk e che io amo molto che ha fatto una puntata su di me proprio su questo discorso e pensa un po’…ha rimandato in onda gli stessi servizi che avevo mandato in onda io quella famosa domenica.

    Solo che non è stato detto nulla in merito. Hanno diritto di cronaca? Siamo sotto testata giornalistica, ce l’abbiamo anche noi».

    Ennesima polemica, non troppo tempo fa, ci fu riguardo all’ospite di Domenica Live, Raffaella Fico, impegnata a disquisire sulle ultime vicende con Mario Balotelli. Pare fosse stata promessa un’intervista a Lorella Landi, conduttrice de Le Amiche del Sabato, a cui la show-girl non partecipò per andare negli studi di Cologno Monzese, la domenica successiva, da Barbara D’Urso. Lorella Landi si arrabbiò e, la settimana dopo, rinfacciò tale cosa alla conduttrice di Mediaset, riportando il riscontro auditel dei due programmi. Scene di ordinaria follia per la conduttrice di Pomeriggio Cinque:

    « E’ un cult. Mi ha fatto molta tenerezza, gli ascolti in due giorni diversi in due fasce orarie diverse. Sembra che lo faccia apposta…un applauso a Lorella Landi. Ci crederissima».

    A La7, venerdì 31 gennaio, accadeva quanto a Le Invasioni Barbariche. Poco prima, Carlo Cracco spiegava il suo libro in 60 secondi a Tayie Selasi, giudice di MasterPiece, mentre dall’altro lato, su Rai2, a Virus, Vittorio Sgarbi confrontava la foto con le rughe di Berlusconi con un dipinto del nipote di Freud.

    O sono impazzito io. O era meglio il talk su Berlusconi degli anni passati.

    815

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI