Ballo delle Debuttanti già iniziato su Pomeriggio5

Ballo delle Debuttanti già iniziato su Pomeriggio5

Il Ballo delle Debuttanti è già iniziato: le prime (finte) liti a PomeriggioCinque

    Gheorghe Iancu e Bill Goodson ne Il Ballo delle Debuttanti

    La prima serata de Il Ballo delle Debuttanti è fissata per domenica 14 settembre, ma di fatto il nuovo reality di Canale 5 è già iniziato, complice il PomeriggioCinque di Barbara D’Urso e di Claudio Brachino. Già partiti, infatti, i primi Rvm e le primi ‘liti’ tra i protagonisti: non potendo chiamare subito in causa le concorrenti vanno in onda i battibecchi dei due maestri, Gheorghe Iancu e Bill Goodson.

    Dopo la presentazione, in anteprima, delle 12 concorrenti de Il Ballo delle Debuttanti, che formeranno le due squadre Pop e Chic, i collegamenti con gli studi di Cinecittà sono proseguiti, fino ad arrivare, ieri, ad una prima clip sui ‘confluttuali rapporti’ tra i due maestri, Gheorghe Iancu, a capo delle Chic, e Bill Goodson, ‘leader’ delle Pop.

    In collegamento con gli studi del nuovo programma, che altro non sono se non le aule di Amici, Barbara D’Urso ha annunciato, con il pathos da tragedia che la contraddistingue, un contributo video sui primi screzi tra i maestri, che esprimono il loro diverso modo di vedere il mondo. Da una parte Goodson che vuol far esibire nella prima puntata tutte le sue allieve, dall’altra Iancu, che ha già iniziato a puntare su alcune delle sue concorrenti, lasciando le altre a far tappezzeria.

    Questo il contenuto della clip, costruita ad arte, in cui i due maestri, diligentemente seduti l’uno di fronte all’altro, esprimono civilmente le proprie posizioni, senza attaccare il proprio ‘avversario’, ma prendendo semplicemente atto di essere fatti in maniera diversa. Se Goodson vuole dare a tutte una possibilità anche per capire le potenzialità di ciascuna, Iancu insiste nel dir di “non poter far ballare le pietre“. E qui si delinea uno degli assi portanti che daranno linfa alle interminabili discussioni che senza dubbio animeranno anche questo reality defilippiano. Come nella scorsa edizione di Amici, anche qui si inizia fin da subito ad attaccare le scarse capacità degli allievi selezionati. Come fu per Agata (due anni fa) e Susy (l’anno scorso) anche ne Il Ballo delle Debuttanti si dà fuoco alle polveri, prendendo di mira allieve sì selezionate ma giudicate insufficienti.

    E si ritorna alla solita questione: perché selezionare concorrenti incapaci? La risposta sarà la solita, ovvero che i casting non hanno espresso il meglio della danza italiana e che quindi si è dovuto scegliere le ‘meno peggio’ o quelle che hanno manifestato maggiori margini di miglioramento.

    La spiegazione che invece ci diamo ogni anno è che questa semplice strategia facilita l’immedesimazione e anima le polemiche, che la D’Urso e gli autori de Il Ballo vogliono far credere già iniziate. Ah sì, anche perchè a commentare il vuoto, e per questo apparso lunghissimo, video proposto da PomeriggioCinque c’erano Garrison, il conduttore, e Federico Lampredi, uno degli autori del programma. Tutti a spremersi per trasformare il sereno dialogo tra Goodson e Iancu in una litigata dal sapore di sfida, in vista della lunga ‘resa dei conti’ al via domenica 14.

    Al di là della mossa, che non promette assolutamente bene per Il Ballo delle Debuttanti, che si presenta così in una versione breve di Amici (ovvero senza il peso del canto e della recitazione), va notata la manovra di PomeriggioCinque che con queste finestre sul primo reality Mediaset per l’autunno 2008 vuole conquistare e fidelizzare la fascia di pubblico più giovane, quello più interessante per gli inserzionisti Mediaset, e creare un cuscinetto di audience utile in vista della partenza de La Vita in Diretta.

    Già PomeriggioCinque, così come MattinoCinque, non ci entusiasma – e lo spigheremo presto in un post dedicato – ma la ‘marchetta’ de Il Ballo proprio non ci convince. Ci sembra tutto molto forzato, come anche le ultime due edizioni di Amici, e non riusciamo ancora a capirne i motivi (per quanto ci siano molto chiari). Le polemiche pompate per l’audience non ci sono mai piaciute e continuiamo a sperare che Il Ballo delle Debuttanti sia ‘lontano’ da questa impostazione. Confidiamo in Rita Dalla Chiesa, ma sappiamo anche che con queste premesse c’è poco da sperare.

    1019