Ballarò finalmente al via

Ballarò finalmente al via

Parte questa sera la nuova stagione di Ballarò, alle 21

    Parte la nuova stagione di Ballarò

    Parte questa sera alle 21.00 su RaiTre la nuova stagione di Ballarò. Collocazione ‘straordinaria’ quella del giovedì che ha almeno sventato il rischio di uno slittamento a martedì 22.

    Dopo lo slittamento imposto dalla Rai per lo speciale Porta a Porta di Vespa, andato in onda due giorni fa e di cui ci siamo ampiamente occupati, riparte Ballarò, “luogo di confronto aperto a tutti” come recita il sito del programma che presenta la sua decima edizione. “Ci parlano della stagione che ci aspetta – spiega Giovanni Floris nella presentazione pubblicata sul sitocome di una stagione particolarmente calda: vedremo. Il nostro obiettivo è continuare a fare il nostro lavoro con l’impegno e la serietà di sempre. Lo abbiamo fatto in momenti in cui le parti politiche pensavano solo a combattersi, momenti in cui sembravano dialogare, durante momenti in cui i nostri ospiti parlavano linguaggi diversissimi tra di loro ed in momenti in cui sembravano tutti parlare la stessa lingua. Sempre siamo andati avanti col metodo Ballarò: affrontare i problemi con la logica, approfondendo i temi con rigore, onestà intellettuale e competenza, a volte con un po’ di ironia“.

    Una rivendicazione di autonomia da parte del giornalista che ha ribadito già con una nota letta da Vespa in diretta durante il suo ‘Speciale’ Porta a Porta, cui Floris aveva telefonato ma che poi non è intervenuto in voce: obiettivo della sua reazione in primis Piero Sansonetti, che aveva etichettato (con accezione positiva) Ballarò afferente al Pd, come tutta RaiTre nella logica permanente della lottizzazione, e poi Berlusconi che ha attaccato duramente la Rai per i suoi pregiudizi nei suoi confronti, citando pricipalmente Annozero, Ballarò e report come esempi di questo giornalismo ‘farabutto’. A Berlusconi Floris ha risposto anche tramite il suo sito, da cui abbiamo ripreso la seguente dichiarazione: “Sono un giornalista. Non faccio trasmissioni contro nessuno, neanche contro Berlusconi. Non sono disposto naturalmente neanche a farle a favore di qualcuno: faccio domande e propongo inchieste, non mi piacciono gli attacchi pregiudiziali né la propaganda.

    Ballarò non è una trasmissione di partito, di nessun partito. E’ una trasmissione della Rai, quindi per me questo significa che Ballarò è una trasmissione libera“.

    La prima puntata, prevista per martedì 15, si sarebbe occupata del terremoto d’Abruzzo: non dubitiamo che se ne parlerà, ma di certo non passerà inosservata la puntata di Porta a Porta. Già annunciato da Floris nello spot in onda da ieri che si parlerà di Berlusconi (“Governa bene? Governa male?) con ospiti Giulio Tremonti, Pier Luigi Bersani, Angelino Alfano e PierFerdinando Casini. E si parlerà anche della ricostruzione in Abruzzo. Siamo ansiosi di vedere Ballarò.

    546