Ballando con le stelle e la Rai portano Baila! e Canale 5 in tribunale

Ballando con le stelle e la Rai portano Baila! e Canale 5 in tribunale

Continua la querelle fra Ballando con le Stelle e Baila!, la Rai ha dato ragione a Milly Carlucci e ha appoggiato la causa di presunto plagio

    milly carlucci dito

    La querelle fra Ballando con le Stelle e Baila! sembra non avere fine. Dopo l’intervista di ieri di Milly Carlucci a Di Più in cui la presentatrice ha detto che “sarà il giudice a valutare se effettivamente Baila! è uguale a Ballando con le Stelle oppure no“, oggi scende in campo la rete contro Mediaset. La Rai si è schierata con la Carlucci e contro Canale 5 e Baila! sospettando il plagio. Viale Mazzini ha dunque dato ragione alla sua conduttrice e ha rilasciato un atto di intervento nel procedimento giudiziario avviato dalla presentatrice al tribunale di Roma. La Rai ha chiesto di non trasmettere il talent show, che dovrebbe andare in onda a settembre, se il suo contenuto risulta uguale al programma di successo della prima serata di Rai1.

    Dalle polemiche si passa dunque ai fatti, il 9 agosto sarà il giudice Gabriella Muscolo a occuparsi della vicenda scaturita da un ricorso presentato dal legale di Milly Carlucci, Giorgio Assumma al Tribunale romano. L’avvocato sostiene che secondo quanto è emerso dalle numerose indiscrezioni Baila! riprodurrebbe pedissequamente gli elementi ed i caratteri propri di Ballando con le stelle e quindi potrebbe configurare un caso di plagio a danno della Carlucci che ne è la coautrice e che come tale è stata riconosciuta dalla Siae“.

    La presentatrice presenterà nei prossimi giorni un nuovo ricorso all’Autorità per la concorrenza. La Rai - attraverso i suoi legali – ha avviato una nuova azione legale nei confronti di Mediaset per azione di concorrenza illecita, “azione scaturita dalla confusione di prodotti televisivi, realizzati e diffusi nello stesso mercato, da imprenditori diversi“.

    A questo punto non resta che attendere la risposta di Mediaset che, immaginiamo, non si farà attendere.

    Milly Carlucci aveva precedentemente affermato che in caso il giudice decidesse che i due programmi sono diversi potrebbe sotterrare l’ascia di guerra, ma in caso contrario è pronta a fare battaglia perché “il plagio è punibile per legge” e si può anche “bloccare la messa in onda di Baila!“.

    425