Ballando con le Stelle 8, cast confermato: compenso massimo a 30mila euro a puntata

Ballando con le Stelle 8, cast confermato: compenso massimo a 30mila euro a puntata

    Ballando con le stelle Milly Carlucci_2011

    Chiusa la vertenza Ballando con le Stelle 8: confermato per intero il cast, il talent di Milly Carlucci partirà come previsto sabato 7 gennaio (insieme al competitor Italia’s Got Talent, al via su Canale 5). Gianni Rivera, Bobo Vieri e Sergio Assisi, i cui compensi avevano agitato il CdA Rai e costretto il dg Lorenza Lei a riaprire una trattativa, hanno accettato le condizioni di Viale Mazzini, che hanno fissato il tetto massimo per i cachet a 30.000 euro a puntata. Milly Carlucci, intanto, continua a sottolineare il grande valore commerciale di una trasmissione che non si sostiene col Canone, ma si finanzia con gli introiti pubblicitari: previste anche nuove azioni di marketing utili a fare cassa.

    Abbiamo accettato tutto quello che c’è stato proposto, rimodificato e stabilito dalla Rai. Abbiamo subito le decisioni della Rai: questo il commento ‘a caldo’ dell’avvocato di Gianni Rivera, uno dei super-ballerini per una stagione di Milly Carlucci, già impegnato con le lezioni di ballo e nel novero dei concorrenti ‘esosi’ di Ballando con le Stelle 8. Ad agitare il CdA Rai, infatti, erano state le voci di ‘bilancio’ previste per l’ingaggio di Rivera, di Bobo Vieri e, a quanto riporta l’AdnKronos, anche dell’attore Sergio Assisi. In realtà sarebbe stato rivisto al ribasso anche il compenso di un quarto concorrente, di cui la Carlucci ha preferito non svelare l’identità.

    Come ricorderete, i Consiglieri Rai – rimasti perplessi di fronte ai costi per i vip presentati dalla produzione del talent – diedero mandato al dg Lorenza Lei per una nuova trattativa al ribasso, concedendo – a quanto scrive sempre l’agenzia di stampa – un massimo di 30.000 euro a puntata. Sebbene nessuno voglia confermare cifre, dovrebbe essere questa, quindi, il tetto massimo fissato per il compenso dei 12 concorrenti in gara dal 7 gennaio prossimo: Vieri, Rivera, Assisi e il ‘ballerino ignoto’ avrebbero, quindi, accondisceso e starebbero pertanto continuando la loro preparazione in vista del debutto. Niente di strano – commenta la Carlucci – Quest’anno ci siamo presentati già con budget inferiore allo scorso anno; il fatto che poi il cda decida di ritoccare i costi non è uno scandalo se le cose rimangono dentro l’Azienda.

    E’ del tutto normale.

    La Carlucci continua, così, a ribadire l’assoluta forza del programma, annoverato dalla stessa Azienda come una delle punte di diamante della sua programmazione: non solo non tocca un centesimo del canone Rai, ma grazie ai suoi incassi riesce anche a far ‘guadagnare’ qualcosa all’azienda. E in vista della nuova edizione è proprio il generale Carlucci ad annunciare nuove strategie di marketing per incrementare i guadagni del programma. Stiamo chiudendo gli accordi commerciali che abbiamo proposto – aggiunge la Carlucci - Faremo incassare altri soldi con iniziative commerciali di marketing collaterali a Ballando. Questo denaro non entra nel programma, ma va alla Rai. Ne parlemo in dettaglio nella conferenza stampa prevista per i primi di gennaio. Si prevedono, quindi, altri introiti oltre al televoto (Secondo solo a Sanremo, rivendica orgogliosamente la conduttrice), alla pubblicità e alle telepromozioni.
    Non c’è che dire, Milly è davvero una leonessa….

    564