“Baila! è un format originale”: parola di Mediaset

da , il

    durso baila

    Mediaset ed Endemol rispondono alle dichiarazioni rilasciate dall’avvocato Giorgio Assumma, legale di Milly Carlucci e degli autori di Ballando, al termine della prima udienza del procedimento con la quale il talent di RaiUno cerca di bloccare la messa in onda del programma di Barbara d’Urso. “Baila! è ancora in fase di realizzazione e dunque nessuno può affermare di sapere ora come sarà” commenta Mediaset che assicura: “Rti ha acquisito un format da Endemol che ha garantito essere originale. Certamente i programmi saranno diversi, come diversi sono i due format“.

    La guerra tra Ballando con Le Stelle e Baila! continua, fuori e dentro le aule di tribunale. Questo pomeriggio Assumma, legale del programma di RaiUno, ha ‘cantato vittoria’ parlando di una richiesta da parte del giudice del Tribunale di Roma di informazioni più dettagliate sulla struttura di Baila!, visto che quelle fornite sarebbero state ritenute insufficienti per condannarlo per ‘plagio’ (come richiesto dalla Carlucci). Nel tardo pomeriggio arriva la replica di Mediaset, che smentisce di fatto l’avvocato della parte avversa, criticandone il comportamento, e puntualizza che i format sono diversi.

    E’ falso affermare che il giudice civile abbia intimato a Rti e a Endemol di produrre lo schema del programma. Ha soltanto ordinato alle parti, com’era ovvio, di notificare il ricorso anche ai coautori della trasmissione, non ancora chiamati in giudizio” dice Mediaset, versione che contrasta nettamente con quanto dichiarato da Assumma. Per Mediaset il ‘rinvio’ sarebbe motivato da un ‘vizio di forma’, mentre per Assumma il giudice avrebbe di fatto ritenuto insufficienti le ‘prove’ addotte da Endemol e RTI.

    Il Biscione, inoltre, definisce ”singolare che Assumma abbia presentato in aula una perizia giurata su una trasmissione che non è ancora andata in onda. Perizia che peraltro non ha alcun valore processuale, redatta per giunta da una persona (Carolyn Smith, ndr) che dichiara di esser stata membro della giuria di Ballando con le stelle per quattro edizioni su incarico della Rai“.

    La sentenza, in ogni caso, è attesa per il 23 settembre, a quattro giorni dal debutto di Baila!: Mediaset dichiara di aspettare “serenamente” la decisione del giudice, ma capiremo dalle prossime mosse di palinsesto quanto ‘tema’ la sentenza. Se Baila! dovesse slittare ancora, o peggio essere cancellata, allora vorrà dire che qualche ‘similitudine’ di troppo potrebbe balzare agli occhi del giudice.