Avanti un altro: da Paolo Bonolis Luca Laurenti è Colione DaVero

Il nuovo personaggio Colione DaVero di Luca Laurenti nella nuova edizione di Avanti un altro

da , il

    Luca Laurenti vera rivelazione della quarta nuova edizione di Avanti un altro 2014-2015. Paolo Bonolis è ritornato in onda ieri, al suo posto, dopo aver ‘condiviso’ lo show con Gerry Scotti fino a giugno scorso, al timone del fortunato game show del pre-serale di Canale 5. Chi ieri sera 14 settembre si è sintonizzato su Canale 5 per una nuova puntata de Il Segreto (da oggi in onda nuovamente alle 16) non è rimasto certamente deluso: ha ritrovato la vecchia formula del gioco condotto da Paolo Bonolis, ma con una novità su tutte: un esilarante Luca Laurenti nei panni del Conte Federico Oldoini Colione DaVero.

    Trattasi di una “specie rara”; parruccone medioevale, costume antico e una caratteristica su tutte: Luca Laurenti ad Avanti un altro è Colione DaVero, la città da cui proviene. A quanto pare, l’occasione fa l’uomo…

    Il nuovo personaggio di Luca Laurenti è apparso per la prima volta ieri a metà della prima puntata di Avanti un altro, durante una domanda rivolta alla concorrente di turno e non a caso incentrata sul mondo della nobiltà. Ad annunciarne l’ingresso, pur con singolarità unica nel suo genere, è stato nientemeno che uno degli autori del programma: Stefano Jurgens ha esordito con colpi di bastone sul pavimento dello studio 1 Elios (Roma), annunciando così il gradito…Conte.

    Grasse risate in studio e, a conti…fatti, la conferma di un successo per i telespettatori davanti al piccolo schermo: la puntata di ieri ha ottenuto 3,2 milioni di tele-utenti con oltre il 19% di share nel gioco. Anche grazie a questa novità – forse una delle poche – e che ha rivisto peraltro il ritorno di Paolo Bonolis sugli schermi di Canale 5, dopo la staffetta con Gerry Scotti (terminata a giugno con risultati Auditel sotto la media).

    Non è mancata la scrittura di un programma degna non a caso di…nobilità: “Con l’occasione – ha detto Laurenti/Colione DaVerovolevo salutare tutti i Colioni che ci stanno in giro”. “Ci tengo a precisare: perché di Colioni in giro per il mondo ce ne stanno tanti, ma di Colioni DaVero se’mo in pochi”. Dopo il già celebre Ricordati che devi morire, ecco servito il tormentone di questa nuova edizione di Avanti un altro.

    E se a Bonolis Laurenti in questa nuova veste sembra “una sacchetta scrotale” – come l’ha definito ieri sera – non sono da meno i fantomatici fratelli del nobile Conte, che – per sua stessa ammissione – sono “quattro Colioni DaVero”.

    Altri momenti cult, o più semplicemente trash, non sono affatto mancati; i doppi sensi a sfondo sessuale hanno fatto da padroni: dal maialino col pene allungabile – portato in studio da una commerciante che gestisce un sexy shop – alla derisione gratuita di un uomo che non ha più un occhio, definito più volte in studio come “Polifemo”.

    Un conto è l’auto-ironia (com’è per il nuovo personaggio di Laurenti), un conto è lo stereotipo facile che purtroppo fa ancora ridere ai più: delle storie del balbuziente o della bonas, ad esempio, vi avevamo già parlato.