Avanti un altro 2017, coppia gay nel mirino di Bonolis: ‘Lei è la moglie o il marito?’

Avanti un altro 2017, coppia gay nel mirino di Bonolis: ‘Lei è la moglie o il marito?’

Su Twitter i telespettatori criticano (e difendono) le parole del conduttore di Canale 5

    Avanti un altro 2017, coppia gay nel mirino di Bonolis: ‘Lei è la moglie o il marito?’

    Una coppia gay partecipa ad ‘Avanti un altro 2017′, ma finisce nel mirino di Paolo Bonolis per una battuta infelice (‘Lei è la moglie o il marito?’) pronunciata dal conduttore dell’irriverente programma di Canale 5 nella puntata di mercoledì 15 febbraio. E apriti cielo…c’è chi bolla l’episodio addirittura come un atteggiamento omofobo, chi ‘assolve’ l’ironia del conduttore e chi invece propone una riflessione paragonando le uscite del presentatore a quelle che si sentivano anni fa nei programmi televisivi Mediaset.

    Cos’è successo? Un concorrente gay ha giocato per 180.000 euro ad ‘Avanti un altro 2017′, ma ad un certo punto è entrato nel pallone, cadendo sempre sugli stessi errori, così, per smorzare la tensione, Paolo Bonolis ha chiesto a Fausto, marito di Roberto, di raggiungere il centro dello studio per sostenere la sua ‘dolce metà’.

    Fin qui nulla di strano, se non fosse che poco dopo, rivolgendosi alla coppia gay presente in studio, il conduttore ha chiesto ‘Lei è il marito o la moglie?’. L’imbarazzo è stato quello che è stato e il concorrente Roberto ha trovato le parole solo per rispondere ‘Marito o moglie, è uguale’.

    La battuta di Paolo Bonolis, però, non è sfuggita agli attenti telespettatori di ‘Avanti un altro’.

    Non pochi in rete hanno, infatti, bollato il momento televisivo come ‘pecoreccio’ paragonandolo alle risatine di certi programmi televisivi anni ’90. Altri, invece, dicono sia esagerato parlare di omofobia, ma si chiedono comunque che bisogno c’era di fare una simile battuta in televisione.

    Ad esempio su Twitter Claudio scrive ‘Bonolis è un conduttore sopravvalutato. Con queste ed altre battute discriminanti si è giocato la mia simpatia’. Francesco gli fa eco sostenendo che ‘con queste battute Bonolis dimostra solo di appartenere ad un’altra epoca.

    E’ dal ’98 che non fanno più ridere queste uscite‘. E anche Roger sintetizza, parlando di ‘battute pecorecce da Bagaglino’.

    D’altro canto, però, va anche detto che in studio Bonolis almeno inizialmente ha presentato i due parlando di ‘famiglia omosessuale’. E a difendere il conduttore non sono in pochi. Sempre su Twitter, infatti, Emanuel, scrive che ‘Ad Avanti un altro Bonolis sfotte tutti: uomini, donne, grassi, magri, nani, ballerini. Perché risparmiare i gay? Solo perché tali’. Max, invece, difende così il presentatore: ‘Bonolis sicuramente stasera non avrà fatto bellissima figura per la battuta… Ma non l’ha fatta con malvagità’.

    La battuta di Bonolis? Evidentemente Giancarlo Scheri promuove anche quella, visto che oggi in una nota il direttore di Canale 5 sottolinea (ancora una volta) la ‘maestria’, la ‘simpatia’ e il ‘talento’ di ‘Paolo’.

    696