Augusto Minzolini, il Tribunale rigetta il ricorso: resta fuori dal Tg1

Augusto Minzolini si vede rigettare dal Tribunale del Lavoro di Roma il ricorso per il reintegro alla direzione del Tg1

da , il

    Augusto Minzolini_ricorso rigettato

    Il Tribunale del Lavoro di Roma ha rigettato il ricorso d’urgenza presentato dall’ex direttore del Tg1 Augusto Minzolini all’indomani della sua rimozione dalla guida del Tg dell’ammiraglia Rai deciso da Lorenza Lei e dal CdA. La sentenza, inattesa, viene ‘festeggiata’ dal Direttore Generale della Rai, che vede così riconosiuta la giusta interpretazione della legge n.97/2001, in ‘nome’ della quale aveva ‘proposto’ (o meglio deciso) l’allontanamento di Minzolini, nei confronti del quale è in atto un procedimento penale.

    Prima ‘sonora’ sconfitta per Augusto Minzolini: il Tribunale del Lavoro di Roma ha rigettato il suo ricorso per il reintegro all’incarico di direttore del Tg1, dal quale è stato rimosso lo scorso dicembre visto il suo rinvio a giudizio per peculato in relazione allo ‘scorretto’ utilizzo della sua carta di credito aziendale.

    Come ricorderete, la vicenda penale che ha coinvolto l’ex direttore del Tg1 ha spinto Lorenza Lei a rimuoverlo dalla guida del Tg dell’ammiraglia Rai. Per motivare la sua ‘proposta’, la Lei si era appellata alla legge n.97/2001, che legittima la rimozione del dipendente coinvolto in procedimenti penali nelle società a prevalenza di capitale pubblico. Nonostante una recente sentenza della Cassazione abbia messo in dubbio la natura ‘prevalentemente pubblica’ della tv di Stato, il tribunale di Roma ha deciso di rigettare il ricorso del giornalista. Una sentenza a dire il vero inattesa, che apre la via a nuove ‘sanguinose’ polemiche tra Minzolini e l’azienda.

    I legali di Minzolini hanno già fatto sapere di attendere le motivazioni dell’ordinanza del giudice Giovanni Mimmo per presentare l’eventuale reclamo. Alla direzione del Tg1 resta, quindi, Alberto Maccari. E dire che ià si vocifereva di una ‘promozione’ di Minzolini alla direzione di RaiUno per ‘accogliere’ il reintegro previsto dal Tribunale del Lavoro. La guerra continua.