Auditel 11 settembre 2010: Miss Italia vince, ma non convince

Auditel 11 settembre 2010: Miss Italia vince, ma non convince

La prima serata di Miss Italia 2010 vince la serata auditel di sabato 11 settembre 2010

    La prima serata di Miss Italia 2010, che ha visto Silvia Mazzieri (28) conquistare la fascia di Miss Cinema e Patrizia Mirigliani tuonare contro le indiscrezioni (false) sulla concorrente trans (indicata da Dagospia in Alessia Mancini, la numero 53) vince la serata Auditel con ‘appena’ 3.435.000 telespettatori (21,72%). Si piazza al secondo posto Canale 5 con What Women Want, che ottiene da 2.021.000 telespettatori (11,91%). Intanto una piccola nota su Miss Italia 2010: ma il principe Emanuele Filiberto era proprio necessario? Di seguito i dati del prime time delle altre reti.

    Su RaiDue Cold Case, alla settima stagione, ottiene con il primo episodio 2.236.000 (10,65%), salendo col secondo a 2.447.000 (12,06%); il principale competitor, ovvero Lie To Me al debutto su Rete 4, non è andato bene: il primo episodio è stato visto da 976.000 telespettatori (4,72%), il secondo da 998.000 (5,55%), un risultato davvero debole per il quale non si può non ‘incolpare’ la scelta della rete, poco attraente in genere per gli amanti delle serie tv americane. Dal canto suo Italia 1, rete forse più adatta ad accogliere Tim Roth, ha ottenuto 1.816.000 telespettatori (10,58%) con la replica di Harry Potter e la camera dei segreti; segue a breve distanza, almeno per valori assoluti, RaiTre con Superquark Speciale di Piero Angela, seguito da 1.826.000 telespettatori (9,12%). Chiudiamo con L’Ispettore Barnaby (La7), seguito da 523.000 telespettatori, per uno share del 2,81%.

    Ci fermiamo giusto un istante sulla prima serata di Miss Italia 2010: è bastato poco perché svanisse l’effetto ‘rinvigorente’ che Milly Carlucci era riuscita ad infondere a Miss Italia lo scorso anno… è bastato che comparisse al suo fianco il principe Emanuele Filiberto di Savoia, quest’anno co-conduttore. La sua implacabile capacità di fare gaffes, gli incredibili ‘siparietti’ da brivido costruiti intorno a lui (indimenticabile quello di Pregiudizio Filiberto di Savoia, una sorta di faccia a faccia tra il principe e la sua ‘coscienza’) e le sue estemporanee battute hanno finito per renderlo una mina vagante, che la povera Milly ha cercato più volte di disinnescare con la sua eleganza e il suo savoir faire. Ha dovuto ridere parecchio Milly per mitigare gli effetti delle battute del principe (“L’ho vista lavorare tanto in queste tre settimane, la sera le facevo i massaggini…” dice il principe, mentre Milly si faceva rossa ed esclamava: “Ma che dici, Emanuele?! Chissà cosa pensano!“) e la preoccupazione l’ha resa più nervosa del solito, più tesa, più ingessata.

    Ma perché RaiUno insiste con Emanuele Filiberto? A questo punto mettetelo a condurre Sanremo!

    Certo, non è solo colpa sua: le prove di recitazione delle Miss e lo spogliarello finale chiedono vendetta, i continui commenti della giuria, necessari per superare la mezzanotte a favor di Auditel – visto che alla fine hanno sfilato solo 30 ragazze – hanno fatto il resto. E ogni anno si finisce per dire la stessa cosa: è un concorso di bellezza, no? Si abbia quindi il coraggio di far sfilare le ragazze e giudicarle per l’aspetto fisico: questo è Miss Italia, nient’altro. Cercare di renderlo ‘politically correct’, trasformandolo in un provino (raggelante) o in un concorso per dottorandi, è ancor peggio…

    554

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AuditelMiss Italia 2016

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI