Attori di Braccialetti rossi: Leo, Cris e il resto del cast

Chi sono gli attori di Braccialetti rossi? Conosciamo meglio gli interpreti di Leo, Cris, Vale e gli altri protagonisti della fiction

da , il

    Chi sono gli straordinari piccoli attori di Braccialetti rossi, la fiction di RaiUno che si è da poco conclusa con un sensazionale successo di pubblico? Tutti di età giovanissima, sono stati loro a decretare in buona parte la fortuna di questo prodotto, gli interpreti di Leo, Cris, Vale e gli altri protagonisti. Vediamo di conoscerli più da vicino.

    Per la maggior parte esordienti o quasi, gli attori di Braccialetti rossi si sono rivelati una vera sorpresa e hanno ricevuto lodi a profusione per le capacità dimostrate.

    Leo, il leader del gruppo, ha il volto di Carmine Buschini, nato il 18 aprile del 1996. Vive a Longiano, paesino dell’entroterra romagnolo in provincia di Forlì-Cesena, e frequenta il quarto superiore del liceo scientifico Marie Curie a Savignano. Nel tempo libero suona la chitarra e gioca a pallanuoto. Quella di Braccialetti rossi è stata la sua prima esperienza televisiva, se si esclude uno spot pubblicitario nel 2013. Come il suo alter ego, Carmine pensa sempre a chi gli sta intorno, ma tiene dentro di sè le cose che lo fanno star male.

    Cris è interpretata da Aurora Ruffino, 24enne della provincia di Torino. Frequenta il terzo anno del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e tra tutti i piccoli membri del cast è senza dubbio quella con più esperienza alle spalle. Aurora ha recitato come protagonista in Una Ferrari per due di Fabrizio Costa e in Questo nostro amore di Luca Ribuoli, di cui sta attualmente girando la seconda stagione. Al cinema ha invece esordito con La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo ed è stata protagonista di Bianca come il latte, rossa come il sangue di Giacomo Campiotti, regista proprio di Braccialetti rossi.

    Brando Pacitto, interprete del vice-leader Vale, ha 17 anni e vive a Roma, dove frequenta il quarto anno linguistico dell’Istituto Nazareth. Ama praticare gli sport, anche quelli estremi come il kitesurf. Prima di Braccialetti rossi ha recitato in altre fiction, quali La sacra famiglia di Raffaele Mertes, Liberi di giocare di Francesco Miccichè e Al di là del lago di Stefano Reali. Si definisce riflessivo e pensieroso, proprio come il suo personaggio.

    Per il 14enne Mirko Trovato, volto del ‘bello’ Davide, quella di Braccialetti rossi è stata la prima esperienza sul piccolo schermo. Vive e studia a Pomezia, ama disegnare, praticare nuoto, giocare a calcio ed è appassionato d’informatica. Come Davide, si ritiene una persona un po’ scontrosa ma in fondo molto sensibile. Le scene che l’hanno maggiormente divertito sono state quelle sott’acqua.

    Pio Piscicelli , il furbo e spassoso Toni, ha anche lui 14 anni e vive in provincia di Napoli. Frequenta il primo anno del Liceo Linguistico Pitagora di Torre Annunziata e ha una smisurata passione per le commedie partenopee di Eduardo De Filippo e per i film di Totò e Massimo Troisi. Nel tempo libero suona il pianoforte e ama disegnare. Ha recitato una piccola parte nel film Song’e Napule dei Manetti Bros, ma quella di Braccialetti rossi è stata la sua prima esperienza da protagonista. Quando il telefono ha squillato per fargli sapere che aveva ottenuto il ruolo, per lui è stato un sogno divenuto realtà.

    Il piccolo del gruppo è Lorenzo Guidi, volto della voce narrante Rocco. Vive a Roma, dove frequenta la prima media della Scuola dell’Infanzia Paritaria Arcobaleno. Ama giocare a calcio e pratica surf e sci, oltre ad avere una grande passione per la storia e l’orrore. Prima di ottenere la parte di Rocco è apparso nella fiction Non è mai troppo tardi per la regia di Giacomo Campiotti, dove quest’ultimo l’ha notato. Sul set ha imparato a stare fermo e zitto, cosa assolutamente nuove per lui.