Attentato di Brindisi, il presunto killer mostrato a Sky Tg24 [VIDEO]

Attentato di Brindisi, il presunto killer mostrato a Sky Tg24 [VIDEO]

Sky Tg24 mostra un video in esclusiva in cui si vede il presunto killer dell'attentato di Brindisi costato la vita alla 16enne Melissa Bari

    Sky Tg24 ha mostrato ieri in un video il presunto killer dell’attentato di Brindisi. Ecco un uomo che va avanti e indietro nelle vicinanze dell’istituto tecnico femminile “Morvillo Falcone” della città pugliese: nel video si vede un uomo che sembra estrarre un telecomando dalla tasca. Sky Tg24 ha fornito le immagini alle procure che indagano sull’attentato dello scorso 19 maggio in cui ha perso la vita la 16enne Melissa Bassi. A commentare il video in studio c’era anche la criminiloga Roberta Bruzzone che si è detta certa della non professionalità del killer. Nel video si nota abbastanza bene la fisionomia del presunto killer: uomo di mezza età, capelli corti e brizzolati, giacca scura e pantaloni chiari. Prima di premere il pulsante del telecomando un giro di perlustrazione e dopo si accerta che lo scoppio sia andato a buon fine.

    Nei fotogrammi del video di Sky Tg24 si vede un uomo passeggiare nervosamente con lo sguardo verso l’istituto tecnico e a un certo punto sembra azionare proprio un telecomando e una volta premuto il pulsante eccolo che si dilegua. Secondo alcune fonti vicine alle indagini nelle prossime ore si dovrebbe arrivare presto all’identità del killer di Melissa. In queste ore il video viene visualizzato dalla Dda di Lecce e da chi si occupa di scoprire le ragioni dietro l’attentato che è costato la vita a Melissa Bassi.

    Le indagini seguono principalmente due del gesto di un folle o un atto criminale premeditato. Speriamo che questo video non venga utilizzato dai vari salotti di televisione trash che fanno ascoltatori sulle spalle delle vittime: contro lo sciacallaggio dell’informazione sono scesi in piazza gli amici della 16enne. Sabato scorso, n gruppo di giovanissimi di Mesagne ha manifestato tutto il proprio coraggio e la speranza nel futuro. Uno degli striscioni andava contro all’informazione e alla tv del dolore: ‘Voi della tv speculate, ora state zitti e ascoltate. I ragazzi di Brindisi hanno chiesto ai giornalisti di lasciar da parte le esclusive e di concentrarsi su di loro che nonostante tutto non hanno perso la speranza.

    Gli amici di Melissa si riferivano ad alcuni programmi che con lo scopo di fare informazione hanno deciso di intervistare alcuni membri della Sacra Corona Unita. I ragazzi di Brindisi si sono opposti fortemente a questo genere di tv e alla retorica del dolore preferiscono il ricordo della loro amica Melissa.

    426

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàSky tg24
     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE